Passione GialloRossa - Il Catania interrompe la corsa del Lecce

a cura di Eugenio Losavio

Passione GialloRossa
Il Catania interrompe la corsa del Lecce
 
A cura di Eugenio Losavio
 
Per la decima giornata del girone di andata del Campionato di Lega Pro girone C, il Lecce è impegnato in trasferta allo Stadio Angelo Massimino contro il Catania. Arbitra l’incontro Maggioni di Arezzo, coadiuvato dagli assistenti Marchi e Saccenti.
 
Le formazioni  Rigoli schiera il 4-3-3 con Pisseri tra i pali, Di Cecco, Gil, Bergamelli e Djordjevic in difesa; Mazzarani, Bucolo e Biagianti a centrocampo; Barisic, Calil e Di Grazia in attacco.
Modulo a specchio per Padalino: Bleve tra i pali, Vitofrancesco, Drudi, Giosa e Ciancio in difesa; capitan Lepore, Arrigoni e Mancosu a centrocampo; Pacilli, Caturano e Torromino nel reparto avanzato.
 
Primo tempo  Al 2’, i padroni di casa si lanciano all’attacco con Bucolo ma il giocatore non inquadra lo specchio. Al 10’, gli ospiti vanno vicini al vantaggio con Ciancio che, su un perfetto cross di Torromino, impatta di testa con Pisseri che compie un grande intervento. Due minuti dopo, ci prova Mazzarani. Al 16’, Padalino opera il primo cambio inserendo Cosenza al posto dell’infortunato Drudi. Al 30’, il Lecce va nuovamente vicino al gol con Torromino che, servito da Caturano, manda di poco fuori. Dopo 1’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.
 
Secondo tempo  Al 50’, Caturano conclude in diagonale mandando fuori. Due minuti dopo, Barisic conclude centrale. Al 58’, i giallorossi vanno ancora vicini al bersaglio grosso con una conclusione a botta sicura di Cosenza che colpisce il palo a Pisseri battuto. Al 61’, ci prova Caturano ma l’estremo difensore etneo non si fa sorprendere. Al 64’, Mancosu serve Torromino con Pisseri che risponde presente. Due minuti dopo, secondo cambio in casa salentina con l’ingresso di Tsonev al posto di Pacilli. Al 71’, il Catania passa in vantaggio con l’autorete di Tsonev sulla conclusione sporca di Silva (subentrato al posto di Calil). Al 73’, gli etnei raddoppiano con la conclusione in diagonale di Di Grazia. Due minuti dopo, Padalino prova la mossa della disperazione con Vutov al posto di Arrigoni. Dopo 6’ di recupero, Maggioni dichiara la fine delle ostilità.
 
Conclusioni  Dopo dieci risultati utili consecutivi (compresa la vittoria in Coppa Italia Lega Pro contro il Virtus Francavilla) il Lecce conosce la prima sconfitta stagionale. I padroni di casa, sin dal primo minuto di gioco, sono partiti subito all’attacco facendo vedere agli avversari le loro intenzioni. I giallorossi non sono stati a guardare e si sono affacciati in area siciliana creando qualche grattacapo. Nella ripresa, la gara è diventata più entusiasmante con le due formazioni che si sono affrontate a viso aperto. I salentini meritavano senza dubbio il vantaggio per le numerose occasioni create, ma sulla loro strada hanno trovato Pisseri in giornata di grazia. La serie di risultati positivi si è interrotta, ma non bisogna fare drammi. Se vogliamo, oggi la squadra è stata un po’ sfortunata basti pensare che lo svantaggio è arrivato su una conclusione sporca di Silva. Il Campionato è ancora lungo e bisogna riprendere la strada fin qui percorsa. Il più attivo tra i giallorossi è stato Caturano, autore di un paio di conclusioni pericolose e assist – man per i suoi compagni. In classifica, il Catania sale a 8 punti insieme al Catanzaro, mentre il Lecce rimane a 23 e viene raggiunto dal Foggia. Per la differenza reti, però, il Lecce è ancora primo. Nel prossimo turno, gli etnei giocheranno nuovamente in casa contro la Paganese; i salentini ospiteranno proprio i “satanelli” lunedì 31 ottobre alle ore 20:30 in una gara non per i deboli di cuore e da affrontare con il sangue agli occhi per riprendere la corsa solitaria. La partita sarà trasmessa da RaiSport 1 (canale 57 del Digitale Terrestre).
 
E. Losavio     
 

Pubblicato il 25/10/2016


Condividi:

Articoli correlati