Passione GiAlloRossA - Lecce, ottima prestazione ed ottimo pareggio

a cura di Eugenio Losavio

Per la prima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie A, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare l’Inter. Arbitra l’incontro Giacomelli di Trieste, coadiuvato dagli assistenti Liberti e Bottegoni. Il Quarto Uomo è Marini di Roma 1; VAR, Guida di Torre Annunziata; AVAR, Fiorito di Salerno.

Le formazioni  Entrambi gli allenatori utilizzano lo stesso modulo, il 3-5-2.

Liverani schiera Gabriel tra i pali, Rossettini, Lucioni e Dell’Orco in difesa; Rispoli, Deiola, Petriccione, capitan Mancosu e Donati a centrocampo; Lapadula e Babacar nel reparto avanzato.

Conte oppone Handanovic tra i pali, Skriniar, De Vrij e Godin in difesa; Candreva, Barella, Brozovic, Sensi e Biraghi in mediana; Lautaro Martinez e Lukaku in avanti.

Primo tempo  Al 4°, il tentativo di Lukaku termina di poco a lato. Tre minuti dopo, i padroni di casa vanno vicini al vantaggio con Mancosu che, servito dal colpo di testa di Babacar, manda alto da pochi passi. Al 19°, Lukaku commette fallo su Gabriel e deposita in rete: l’arbitro annulla per fallo dell’attaccante. Al 29°, l’Inter va vicina al bersaglio grosso con la conclusione di Brozovic: la sfera termina la sua corsa sul palo. Al secondo minuto d recupero, sulla sponda di Babacar, Sensi intercetta la sfera con il braccio: Giacomelli indica il dischetto; dopo il consulto al VAR, il direttore di gara annulla la sua decisione. Le due squadre rientrano negli spogliatoi.

Secondo tempo  Al 48°, Babacar ci prova dal limite e manda la sfera di poco a lato. Al 62°, mister Liverani opera la prima sostituzione: Majer prende il posto di Lapadula. Al 67°, Lautaro conclude da posizione ravvicinata: Gabriel si oppone con il corpo. Quattro minuti dopo, gli ospiti passano in vantaggio con il colpo di testa di Bastoni (subentrato al 68° a Godin). Al 76°, l’allenatore giallorosso inserisce Falco per uno stanchissimo Rispoli. Due minuti dopo, il Lecce agguanta il pareggio con Mancosu che, su assist di Majer, anticipa sul primo palo Bastoni e deposita in rete. All’81°, i padroni di casa hanno l’occasione di raddoppiare con la punizione a giro di Falco che scheggia il legno della porta di Handanovic. Un minuto dopo, Meccariello subentra all’autore del pareggio. Dopo 4’ di recupero, Giacomelli dichiara la fine delle ostilità.

Conclusioni  Marco Mancosu, dopo aver fermato sul pareggio la Juventus, si ripete con l’Inter. La squadra giallorossa, sin dai primi minuti, è apparsa ben organizzata ed ha tenuto benissimo le distanze tra i reparti. La squadra di Conte è rimasta sorpresa dal nuovo schieramento di Liverani ed ha faticato non poco a trovare libere le vie di passaggio. Entrambe le squadre hanno avuto buone occasioni per sbloccare il risultato. Le più ghiotte sono capitate sui piedi di Mancosu e su quelli di Brozovic. Nella ripresa, la musica non è cambiata. Le due formazioni hanno continuato ad affrontarsi a viso aperto con continui capovolgimenti di fronte e mosse tattiche ad opera di entrambi gli allenatori. A passare in vantaggio, però, sono stati i nerazzurri. I padroni di casa non si sono arresi ed hanno agguantato meritatamente il pareggio con Mancosu che si è preso la rivincita dopo l’errore precedente. I padroni di casa avrebbero potuto ribaltare il risultato, ma il palo ha negato la gioia del gol a Filippo Falco, autore di una punizione magistrale. Il nuovo modulo ha portato bene. I salentini, infatti, hanno giocato probabilmente una delle migliori partite nel Campionato in corso. Unica recriminazione è stato il rigore, prima dato e poi tolto, dopo il consulto del VAR. Tra i migliori, Jacopo Petriccione: il centrocampista, schierato davanti la difesa, ha intercettato tutti i palloni che passavano dalle sue parti rendendo vani i tentativi dei nerazzurri di servire Lukaku e Lautaro Martinez. Questo prezioso pareggio deve dare consapevolezza dei propri mezzi al Lecce. Bisogna continuare su questa strada e non abbassare la guardia. In classifica, il Lecce sale a quota 16; l’Inter a 47 (distacco di -4 dopo la vittoria della Juventus contro il Parma). Nel prossimo turno, i lupi giallorossi affronteranno in trasferta l’Hellas Verona domenica 26 alle ore 15; i lombardi, invece, ospiteranno il Cagliari sempre domenica ma alle ore 12 : 30.

E. Losavio   

Pubblicato il 20/01/2020


Condividi: