Passione GiAlloRossA - Il Lecce ritorna in Serie B

A cura di Eugenio Losavio

Per la diciannovesima ed ultima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie A, il Lecce ospita allo Stadio Via del Mare il Parma. Arbitra l’incontro Mariani di Aprilia che ha già diretto i giallorossi (13^ giornata di andata, Lecce – Cagliari 2 – 2) coadiuvato dagli assistenti Preti e Longo. Il Quarto Uomo è Di Bello di Brindisi. Al VAR, Maresca di Napoli; AVAR, Fiorito di Salerno.

Le formazioni  Liverani conferma 4-3-2-1 con Gabriel tra i pali, Donati, Lucioni, Meccariello e Dell’Orco in difesa; capitan Mancosu, Tachtsidis e Barak a centrocampo; Saponara e Falco alle spalle dell’unica punta Lapadula.

D’Aversa oppone il 4-3-3: Sepe tra i pali, Laurini, Bruno Alves, Gagliolo e Darmian in difesa; Kurtic, Hernani e Barillà in mediana; Kulusevski, Cornelius e Caprari nel reparto avanzato.

Primo tempo  Al 2°, ci prova Caprari: il suo tentativo viene bloccato in due tempi da Gabriel. All’11°, gli ospiti passano in vantaggio con l’autogol di Lucioni. Quattro minuti dopo, Kulusevski da buona posizione manda di poco fuori. Al 24°, raddoppio del Parma con la conclusione a giro dal limite di Caprari. Al 35°, Lapadula mette un rasoterra da spingere in rete, ma Mancosu sbaglia clamorosamente. Al 40°, gol dei padroni di casa con il colpo di testa di Barak sul cross del capitano. Al 45°, pareggio del Lecce con il colpo di testa di Meccariello. Due minuti dopo, il rasoterra di Falco fa la barba al palo. L’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

Secondo tempo  Al 52°, terzo gol dei ducali con Cornelius che, in spaccata, insacca a porta vuota. Al 56°, Mancosu mette in mezzo un rasoterra interessante sul quale Lapadula arriva con un attimo di ritardo. Al 61°, mister Liverani opera una tripla sostituzione: Majer, Petriccione e Shakhov prendono il posto rispettivamente di Mancosu, Tachtsidis e Falco. Al 66°, poker dei gialloblu con Inglese (subentrato al 62° al posto di Cornelius). Due minuti dopo, terza realizzazione per i padroni di casa con il colpo di testa di Lapadula.Al 70°, Vera rileva Dell’Orco ed all’88°, fa il suo esordio il giovane Monterisi al posto di Meccariello. Dopo 5’ di recupero, Mariani dichiara la fine delle ostilità.

Conclusioni  Dopo una sola stagione nella massima serie, il Lecce ritorna nella serie cadetta. I padroni di casa hanno avuto un buon approccio alla gara, ma a sbloccare il risultato sono stati gli ospiti. I giallorossi hanno abbozzato una reazione, ma i Ducali hanno poco dopo trovato il raddoppio. La seconda rete subita ha scosso i salentini che hanno incominciato ad attaccare con più convinzione ed hanno accorciato le distanze. La rete ha dato coraggio e, dopo pochi minuti, hanno rimesso in piedi l’incontro con il gol del pareggio. Nella ripresa, sapendo il risultato dei “grifoni”, la squadra di Liverani ha un po’ mollato. L’ultima emozione è stata il gol di Lapadula che non è servito ad evitare la sconfitta. L’autogol di Lucioni è stato l’ennesimo episodio sfortunato da quando è ripreso il Campionato. Unico aspetto negativo è stato il numero altissimo di reti subite. Mancosu e compagni chiudono la stagione con 35 punti, i gialloblu con 49 insieme a Fiorentina ed Hellas Verona.

Grazie lo stesso, ragazzi!!

E. Losavio

Pubblicato il 06/08/2020


Condividi: