Passione GialloRossa - Lepore firma la seconda vittoria della gestione Braglia

Passione GialloRossa
Lepore firma la seconda vittoria della gestione Braglia
 
a cura di E. Losavio
 
Per l’ottava giornata del girone di andata del Campionato di Lega Pro girone C, il Lecce è impegnato in trasferta allo Stadio Comunale Arturo Valerio contro il Melfi. Arbitra l’incontro Luciano di Lamezia Terme coadiuvato dagli assistenti Sangiorgio e Trifirò.
 
Le formazioni  Palumbo schiera il 4-3-3 con Santurro tra i pali, Annoni, Cason, Di Nunzio e Amelio in difesa; Maimone, Giacomarro e l’ex Herrera a centrocampo; in avanti il tridente Lescano, Longo e Tortolano.
Braglia oppone il 3-4-3 con Perucchini tra i pali, Freddi, Cosenza e Gigli in difesa; Lepore, capitan Papini, De Feudis e Legittimo a centrocampo; Vècsei, Curiale e Doumbia nel reparto avanzato.
 
Primo tempo  I padroni di casa partono subito all’attacco e al 6’ vanno vicini al vantaggio con Maimone che, su un cross di Tortolano, impatta di testa senza inquadrare lo specchio della porta. Al 20’, Herrera serve Tortolano che a sua volta passa all’accorrente Giacomarro: il centrocampista conclude dalla media distanza con Perucchini che blocca in due tempi. Al 27’, si vedono gli ospiti con Papini che, conquistata la sfera a centrocampo, serve Doumbia che entrato in area non riesce a concludere. Al 40’, Vècsei serve Curiale che conclude al volo ma Santurro blocca senza problemi. Dopo 2’ di recupero, l’arbitro manda le due squadre a bere un the caldo.
 
Secondo tempo  Al 64’, il Lecce passa in vantaggio con Lepore che, imbeccato da Doumbia, conclude al volo sorprendendo il numero uno melfitano. Al 71’, Maimone crossa in area per Cason che colpisce di testa senza impensierire il numero uno salentino. Un minuto dopo, i giallorossi (oggi in maglia bianca) potrebbero raddoppiare ma Curiale, a tu per tu con Santurro, si lascia ipnotizzare da quest’ultimo tirando sul portiere. Al 77’, Doumbia, servito da Vècsei, conclude senza inquadrare lo specchio. Braglia all’84’, all’87’ e all’89’ opera le tre sostituzioni inserendo Lo Bue, Salvi e Diop al posto rispettivamente di Lepore, Doumbia e Vècsei. Dopo 4’ di recupero, Luciano dichiara la fine delle ostilità.
 
Conclusioni  Dopo la vittoria in casa contro l’Ischia, il Lecce si ripete in trasferta conquistando la seconda vittoria consecutiva. Il primo tempo è stato a tratti noioso e l’unica occasione per sbloccare il risultato è stata dei padroni di casa. La ripresa non ha cambiato il copione ma a rompere l’equilibrio ci ha pensato Lepore (primo gol in Campionato); il Melfi ha continuato ad attaccare ma senza creare ulteriori problemi a Perucchini. La squadra giallorossa, anche non disputando un primo tempo di alto livello come la giornata precedente, riesce a conquistare una vittoria fondamentale accompagnata da una ripresa giocata in modo attento senza correre grandi rischi. La cura Braglia sembra funzionare ma è ancora troppo presto per cantare vittoria. Il Campionato è ancora lungo ma se si continua su questa strada nulla è impossibile. In classifica i lucani rimangono appaiati a 7 punti, mentre i salentini salgono a 12 e si rilanciano in classifica raggiungendo la Fidelis Andria e la Paganese. Il Lecce tornerà in campo mercoledì 28 alle ore 15:00 per disputare la Coppa Italia Lega Pro allo Stadio Via del Mare contro il Matera. Nel prossimo turno, il Melfi giocherà in trasferta contro il Martina Franca; i giallorossi, invece, giocheranno lunedì 2 novembre alle ore 20:00 in casa contro il Monopoli. La gara dei salentini sarà trasmessa da Rai Sport.
E. Losavio    
 

Pubblicato il 26/10/2015


Condividi:

Articoli correlati