Tutto pronto per la nona edizione del Torneo Carnevale di Calcio

Dal 17 febbraio l'atteso torneo internazionale

Giovani stelle del calcio nella nona edizione del Torneo di Carnevale



Al via dal prossimo 17 febbraio, l'atteso trofeo Internazionale di calcio giovanile gallipolino, che toccherà e coinvolgerà diversi comuni della provincia. A Castrignano del Capo, il 13 febbraio la conferenza di presentazione


CASTRIGNANO DEL CAPO - È pronta la nona edizione del "torneo Carnevale di Gallipoli", trofeo internazionale di calcio giovanile riservato alla categoria esordienti (1999) in programma a Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Racale, Taurisano e Otranto dal 17 al 21 febbraio. La manifestazione assume così cadenza annuale, dopo l'edizione 2011 vinta dall'Inter, a testimonianza del riscontro e del gradimento ottenuti.

La maggiore novità è sicuramente rappresentata dai terreni di gioco che ospiteranno le gare: oltre al "Bianco" di Gallipoli e alla Cittadella dello Sport "Giovanni Paolo II" di Castrignano del Capo, i match dei gironi eliminatori si disputeranno anche al "Gen. Basurto" di Racale, al Comunale di Taurisano e al "P. Nachira" di Otranto. Le semifinali di lunedì 20 febbraio si giocheranno in simultanea alle 17 sui campi di Castrignano del Capo e Gallipoli. Le finali sono fissate per martedì 21 febbraio a partire dalle 10, cui seguirà la cerimonia di premiazione e di chiusura.

La conferenza stampa di presentazione ufficiale si terrà lunedì 13 febbraio alle 10,30 presso la Sala consiliare del Comune di Castrignano del Capo. La cerimonia di inaugurazione è programmata per venerdì 17 febbraio alle 19, presso la sala congressi dell'Ecoresort Le Sirené di Gallipoli. La macchina organizzativa lavora a pieno regime per completare gli ultimi aspetti logistico-organizzativi e garantire la migliore accoglienza possibile alle società partecipanti: Inter (campione uscente), Milan, Juventus, Lucerna (Svizzera), Zenith San Pietroburgo (Russia). Krasnodar (Russia), Los Aromos (Argentina), Taraggy (Azerbaijan), Perugia, Sud Tirol, OstiaMare, Ravenna, Lascaris (Torino), Futbol Club Roma, Prato e Capo di Leuca.

Il prestigioso trofeo che verrà assegnato alla squadra vincitrice è opera dell'artista gallipolino Roberto Perrone. Il trofeo è realizzato in terracotta, cartapesta e pietre locali per evidenziare al meglio l'espressione dell'artigianato salentino. La scultura si sviluppa con forme irregolari, quasi a ricordare le linee del mare. Elemento principale e comune è il mascherone in cartapesta di impronta greca caratterizzante gli elementi architettonici che ornano i balconi barocchi del centro storico di Gallipoli. Il tutto è collegato da linee marcate, quasi come solchi nella terra, che partono dalla stilizzazione della fontana greca, simbolo della storia, cultura e continuità della tradizione gallipolina.

Alla manifestazione, organizzata con il regolamento della Figc, in collaborazione con il settore giovanile e scolastico comitato di Maglie e dell'associazione italiana arbitri sezione di Casarano, patrocinata dalla presidenza del consiglio dei Ministri, dal Ministero della gioventù e sport, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dai Comuni di Gallipoli, Castrignano del Capo, Racale, Otranto e Taurisano, dall'Enit agenzia nazionale del turismo, dall'Associazione italiana calciatori, dall'Associazione italiana allenatori di calcio, dalla Federazione medico sportiva italiana e da Panathlon Lecce, sono stati invitati gli osservatori tecnici della squadre professionistiche di serie A, B, C, e delle società dilettantistiche nazionali.

Numerosi sono i ragazzi che hanno calcato i campi della perla dello Jonio, Gallipoli, e del faro dei due mari, Santa Maria di Leuca: nella Nazionale Under 21, attualmente allenata da Ciro Ferrara, scendono in campo Marco D'Alessandro, ala della Roma, in prestito al Verona, Federico Macheda, attaccante del Manchester United e tra i convocati Carlo Pinsoglio, portiere di proprietà della Juventus, attualmente in prestito al Pescara in B. Allargando lo sguardo alle altre squadre Primavera, e non solo, troviamo molti nomi di giovani giocatori: Fausto Rossi e Giuseppe Giovinco della Juventus, Libor Kozak e Federico Mendicino della Lazio, Daley Blind in comproprietà tra Ajax e Groningen, Vincenzo Camilleri, scippato alla Reggina dal Chelsea, ed attualmente in forza al Seralpi Falò, l'attaccante ex Milan Alberto Paloschi, oggi nelle fila del Chievo, Christian Pasquato di proprietà della Juventus oggi in prestito al Lecce, l'attaccante della Lazio Ettore Mendicino in prestito al Gubbio, il terzino destro ex-Inter Davide Santon, ora la Newcastle, Giuseppe Giovinco, fratello di Sebastian.

Tra le giovani promesse che hanno dato lustro alla manifestazione, spiccano i nomi di Christian Maldini, nipote di Cesare e figlio di Paolo, Giammarco Nesta, nipote di Alessandro, Giorgio Donadoni, nipote dell'ex ct della Nazionale Roberto, Filippo Boniperti, centrocampista della Juventus che ha seguito le orme del padre Giampiero, candidati sicuramente alla nomination dei miglior calciatori del torneo di tutti i tempi. Senza dimenticare i salignanesi doc Francesco Calabrese e Sergio Pirelli che hanno esordito nella Beretti del Gallipoli e Marco Rosafio bomber degli allievi del Lecce.

"Noi come F.c. Otranto - spiega il presidente della squadra idruntina Giovanni Mazzeo - siamo soddisfatti di portare in casa nostra un torneo nazionale di calcio professionistico".

fonte: lecceprima.it

 

Pubblicato il 30/01/2012


Condividi: