Premio Ambasciatore di terre di Puglia

Edizione 2011

Il “Premio Ambasciatore di terre di Puglia”
 


Martedì, 22 novembre, alle ore 20, presso il Centro Congressi Corridoni della Provincia di Milano (via Corridoni, 16 a Milano) si è svolta la sesta edizione del “Premio Ambasciatore di terre di Puglia”, un evento organizzato dall’Associazione Regionale Pugliesi e dall’Associazione Fisa Club di Peppino Principe a cui partecipano le Regioni Puglia e Lombardia, la Provincia di Milano e le sei Province pugliesi che patrocinano l'evento.

Il premio è destinato a valorizzare persone e istituzioni che per le loro notevoli competenze professionali e artistiche, unite a doti intellettuali, capacità organizzative, profonda umanità, attitudini relazionali nell’arte, nella musica, nel cinema, nell’economia hanno valorizzato il made in Puglia e la sua immagine nel mondo. Quest’anno i pugliesi che riceveranno il prestigioso riconoscimento sono: lo stilista e designer Pino Cordella, l’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo fondato da Padre Pio, la Fondazione lirico-sinfonica del Teatro Petruzzelli di Bari.


«Parlando delle genti di Puglia, dei popoli di questa parte dello stivale si finisce per evocare tante cose, tante persone e istituzioni che rappresentano ognuno a suo modo la propria terra», spiega Giuseppe Selvaggi, responsabile eventi dell'Associazione Regionale Pugliesi e ideatore del Premio, «sceglierne solo alcune è sempre difficile; più facile constatare che il loro tratto comune è quello di non passare inosservate».
Il manufatto consegnato ai premiati è stato creato e realizzato dall’artista Nande, con una riproduzione in bassorilievo del faro di Santa Maria di Leuca. Situato nella parte più estrema del tacco d'Italia, è il simbolo della creatività che ogni pugliese porta dentro di sé ovunque si sposti.

«Il premio costituisce un’ottima opportunità per promuovere la Risorsa-Puglia nelle sue diverse sfaccettature», afferma Dino Abbascià, Cavaliere del lavoro e presidente dell'Associazione, «in un mercato culturale che tende a globalizzare tutto, premiare le professionalità legate alle persone ed alle istituzioni significa restituire valore al singolo e quindi al territorio a cui appartiene». La serata, ha visto la presenza di diversi emittenti televisive locali e nazionali, è stata condotta da Daniele Piombi e Nicla Pastore. Dopo la premiazione è seguito il concerto per i 70 anni di carriera del maestro Peppino Principe, fisarmonicista di fama internazionale, con la partecipazione dei maestri Sante Palumbo (pianoforte), Stefano Bagnoli (batteria), Riccardo Fioravanti (contrabasso). Il premio negli anni passati è stato attribuito, tra gli altri, al gruppo dei Negramaro, Al Bano, al presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro, al presidente del gruppo Telenorba Luca Montrone, allo showman Renzo Arbore, allo stilista Ennio Capasa, al regista Edoardo Winspeare, al comico Checco Zalone.


?

Pubblicato il 23/11/2011


Condividi: