Leuca - Written in Italy

A Leuca la mostra itinerante con 450 libri

mostra itinerante con 450 libri
«Written in Italy» sbarca a Santa Maria
di Leuca, c'è anche il Pinocchio in cinese


Il «fondo» letterario ospite della ottocentesca villa «La Meridiana» dal 20 al 30 luglio, nei locali delle scuderie

Leuca - La mostra itinerante internazionale di letteratura italiana tradotta all'estero «Written in Italy» arriva a Santa Maria di Leuca, in provincia di Lecce. L'esposizione, infatti, raggiunge la sua quarta tappa nel Salento, dopo essere stata a Foggia, Roma e Cordoba in Argentina. La singolare mostra, organizzata dal Dipartimento relazioni internazionali e dalla facoltà di Scienze della formazione dell'Università di Foggia, sarà ospite della ottocentesca villa «La Meridiana» dal 20 al 30 luglio, nei locali che un tempo ospitavano delle scuderie e che ora rappresentano un punto di riferimento per le attività culturali della zona.


La tappa a Leuca, su iniziativa di Attilio Caroli Caputo, imprenditore turistico del Salento, molto probabilmente resterà l'unica in Puglia dopo quella di presentazione tenuta a Foggia dove l'ospite d'onore è stata Angela Terzani Staude, moglie di Tiziano Terzani. Il fondo di letteratura italiana tradotta in altre lingue che sta alla base di questo progetto dopo Santa Maria di Leuca è atteso dall'Università dei SS. Metodio e Cirillo di Skopje (Macedonia). Al Salento spetterà il compito di fare da ponte tra una cultura e l'altra, di fare da sponda tra una mostra molto complessa e ricercata come quella verrà allestita a villa «La Meridiana» e una molto completa come quella che invece sarà proposta all'università di Skopje. La mostra che si potrà ammirare a Leuca sarà composta da 450 libri tradotti, in rappresentanza di 270 autori italiani di ogni epoca, di 36 lingue (dall'arabo al cinese, dallo spagnolo al turco, dallo svedese al coreano) e di ben 8 alfabeti. Tra le opere segnaliamo «Una vita violenta» di Pier Paolo Pasolini (prima edizione in francese del '61, con un piccolo autografo in terza pagina dell'autore e con le pagine intonse e non tagliate come nelle edizioni cosiddette tipografiche), «L'attenzione» di Alberto Moravia (prima edizione in inglese, datata '63 e stampata a New York dallo stesso editore che 40 anni dopo ha stampato «Gomorra» di Saviano, con sia in copertina sia all'interno delle pagine segni e scritte dell'autore) ed ancora «La divina commedia» di Dante Alighieri sia in russo che in inglese, «Pinocchio» in cinese, giapponese, arabo, spagnolo e greco, «Se una notte d'inverno un viaggiatore» di Italo Calvino tradotto in finlandese, e «La figlia di Iorio» di Gabriele D'Annunzio in spagnolo (copia del 1929 comprata a Buenos Aires).
 

Pubblicato il 17/07/2009


Condividi: