Leuca - Ville in Festa, iniziativa di grande richiamo

Le antiche ville hanno incantato i visitatori

S. Maria di Leuca - Ville in Festa" - Un'iniziativa di grande richiamo
  Le antiche ville di Leuca incantano i visitatori
  E di contorno figuranti e favolose auto storiche 

 SANTA MARIA DI LEUCA -  Le ville gentilizie sono state prese d’assalto da migliaia di visitatori, italiani e stranieri. Domenica mattina la marina di Castrignano del Capo ha registrato il pienone grazie all’iniziativa «Ville in festa» che ha visto spalancare i cancelli di alcune tra le più belle dimore gentilizie ottocentesche, ancora oggi abitate dagli eredi delle famiglie nobiliari salentine.  Nonostante il traffico caotico nelle stradine interne, è stata un’occasione per visitare giardini e porticati, ma anche rimesse e dependance, che ha attirato intere comitive provenienti da Lecce, Brindisi e Bari, ma anche dall’estero. Non mancavano infatti tedeschi, belgi e addirittura statunitensi, che hanno dirottato il loro tour italiano per vedere da vicino il frutto della genialità architettonica locale, unica al mondo. 
La manifestazione, che ha avuto come Cicerone d’eccezione il ricercatore del Cnr-Ibam di Lecce, Antonio Monte, ha visto la presenza di cortei di figuranti in costume d’epoca, sfilate di fiammanti auto storiche, banchetti per la degustazione di prodotti tipici locali (grazie alla collaborazione dell’associazione «Capo di Leuca rurale» presieduta da Giulio Sparascio), concertini con l’esibizione di strumentisti e mostre d’arte sparse un po’ dapper tutto. Per la gioia dei bambini e delle tantissime famiglie che hanno affollato il lungomare Cristoforo Colombo, hanno fatto capolino calessi trainati da cavalli bianchi.  L’iniziativa promossa dallo Slot, il sistema locale degli operatori turistici capitanato da Attilio Caputodella Caroli Hotel, ha funzionato anche quest’anno grazie soprattutto alla disponibilità dei proprietari delle ville. Per citarne alcune: La Meridiana, Arditi, Maruccia, Sangiovanni, Episcopo, Mellacqua, Fuortes e Daniele, in cui si conserva l’unica bagnarola in legno rimasta a Leuca, che si vorrebbe recuperare insieme a quelle in carparo che sorgono sugli scogli grazie a un’iniziativa del circolo culturale La Ristola e al portale Leucaweb.

mauro ciardo

Pubblicato il 25/05/2010


Condividi: