Leuca - Tragico sbarco di immigrati

Approfondimenti e dichiarazioni

Tragico sbarco
nel Salento:
un morto e 9 feriti

 


Leuca– E' di un morto e nove feriti lievi il bilancio dello sbarco di 29 immigrati clandestini (gli altri 19 sono in buone condizioni di salute) avvenuto questa mattina a Gagliano del Capo, nel basso Salento. Gli immigrati, che erano su un gommone, sono stati fatti scendere in acqua dagli scafisti, in una zona a ridosso della costa in località 'Ciolo'. Hanno dovuto quindi raggiungere la scogliera, nonostante le pessime condizioni del mare e la temperatura rigida.

Mentre nuotava un immigrato è stato scagliato contro gli scogli dalle onde ed è morto. Altri nove suoi compagni di viaggio hanno invece subito lievi ferite e sono stati condotti in ambulanza nell’ospedale di Tricase.

Dello sbarco si sono accorte pattuglie di polizia e carabinieri dopo aver visto per strada, bagnati ed infreddoliti, gli immigrati, 19 dei quali sono stati condotti nel centro di prima accoglienza di Otranto.

ORE 13.20 - LA VITTIMA AVEVA 30 ANNI
La vittima è un curdo di 30 anni che aveva ancora con sè il foglio di via emesso dalla Grecia. L’uomo è morto sul colpo – a quanto è dato sapere – per una frattura alla base del cranio. Stando a quanto hanno accertato la polizia municipale e la capitaneria di porto, il giovane si trovava a prua dell’imbarcazione quando la chiglia della barca ha urtato contro gli scogli spingendo contro la scogliera il trentenne, che ha urtato violentemente il capo.

Il giovane è morto sul colpo: i compagni di viaggio e gli scafisti hanno deciso di abbandonare il suo corpo su uno scoglio, da dove è stato poi recuperato dagli uomini del soccorso alpino e speleologico della Puglia che erano nella zona per un’esercitazione. Abbandonato il cadavere, gli scafisti hanno fatto scendere in mare, a circa 100 metri di distanza dal luogo dell’incidente, gli altri immigrati a bordo.

Questi sono rimasti per alcune ore sulla spiaggia dove, per riscaldarsi, hanno dato fuoco ai dizionari di arabo-inglese che avevano con sè.

ORE 13.30 - LIVIA TURCO(PD): GOVERNO HA FALLITO

“L'ennesima vita persa nel nostro mare deve mettere fine, e in modo definitivo, alla politica propagandistica di questo governo. Un governo che ha fallito su tutti fronti”. Lo dichiara Livia Turco, responsabile Politiche sociali e immigrazione del Pd, dopo lo sbarco di questa mattina in Puglia durante il quale ha perso la vita un immigrato e altri nove sono rimasti feriti.

“Nel giorno in cui è chiaro che questo governo è giunto al capolinea – dice Livia Turco – giunge dalle coste pugliesi un’ulteriore notizia drammatica a confermare il fallimento delle politiche che mette in atto”. “Oggi abbiamo la triste conferma del fatto che, nonostante i presunti successi nel contenimento degli sbarchi di immigrati tanto sbandierati da questo governo, continuano a rischiare e perdere la vita persone che, fuggendo da situazioni di pericolo, sperano di trovare in Italia una vita più dignitosa”, conclude la parlamentare.

 

fonte: gazzetta del mezzogiorno

Pubblicato il 14/12/2010


Condividi: