Leuca - Terminati i lavori al Faro

Nuove foto in galleria fotografica

Terminati i lavori di “restauro” del Faro di Leuca.

 

Leuca - Hanno rispettato i tempi previsti  i lavori di manutenzione del faro di Leuca. Iniziati nel gennaio 2012 e terminati da pochi giorni, hanno restituito alla comunità leuchese, ai turisti ed ai pellegrini in vista alla Basilica del Santuario un Faro rimesso a nuovo e di un bianco quasi accecante.

Il faro di Leuca  sorge sul promontorio del Méliso, l'antico Promontorium Japigium, a 250 metri a nord del Capo S. Maria di Leuca (lat. 39° 47' 41" Nord, long. 18° 22' 18" Est. Progettato dall'ing. Achille Rossi ed attivato a petrolio a livello costante, nel 1866, dal Genio Civile, è ' alto 48,60 m. dalla base e 102 dal livello del mare. È' dotato di un potente impianto elettrico di proiezione costituito da una lanterna cilindrica, del diametro di m. 3, su torre ottagonale con edificio a due piani con apparato ottico rotante in senso antiorario, che produce 3 fasci di luce bianca visibili fino a 25,2 miglia e, in direzione della secca di Ugento, luce rossa (Lam. (3) 15 s 102 m 24 M - Intermittente rossa 4 s 16M). Salendo una scala a chiocciola di 254 gradini si arriva alla gabbia dell'apparato di proiezione, circondata da un terrazzo circolare, con ballatoio interno ed esterno in bronzo rispettivamente di 74 e 60 cm, da cui si ha una vista superba sul Capo e sui due mari. Nel 1924 il segnalamento fu trasformato dalla Regia Marina a vapori di petrolio e, nell'agosto 1937, questa sorgente fu sostituita da quella elettrica, elettrificando anche tutti i locali del faro. Nel 1940 il radiofaro ha iniziato il servizio internazionale emanando il segnale ogni 4 ore con atmosfera chiara e ogni 4 minuti con tempo nebbioso.
 

Nella galleria fotografica, curata da Antonio Vallo, sono state aggiunte le ultime foto scattate dopo la conclusione dei lavori.

link

 

Pubblicato il 08/06/2012


Condividi: