Leuca: stregata la modella Marky Fitzova

La super modella di Calvin Klein cerca casa a Leuca

La super modella di Calvin Klein cerca casa a Leuca

Marky Fitzova «salentina» d’eccezione

   I pomodorini «scattarisciati», la cunserva mara, i fichi secchi e la cupeta salentina sono pronti a conquistare Calvin Klein. Ambasciatrice d’eccezione delle leccornie della gastronomia di Terra d’Otranto è una fanciulla con il volto d’angelo ed il fisico perfetto. Una modella eterea ed affascinante che si è innamorata del mare, delle pinete e delle distese argentate degli ulivi del Salento, tanto da voler comprare casa a Santa Maria di Leuca.
   Marky Fitzova, di origina ceca, una vita frenetica e glamour fra New York, Parigi e Milano, ha un curriculum costellato di grandi nomi della moda, da Moschino a Donna Karan, a Tommy Hilfiger. Ma forse il ruolo di cui è più orgogliosa è quello di «musa» di Calvin Klein. Dello stilista americano di origini ungheresi, Marky è stata fino a poco tempo fa la mannequin ufficiale, quella su cui il «maestro» testava i capi nelle lunghe ed estenuanti prove che precedono il battesimo di una nuova collezione. «E sicuramente qualcuno dei pacchi pieni di golosità salentine con cui riempie le valigie ogni volta che torna da una vacanza nel Salento saranno finiti sulla scrivania di Calvin Klein, a cui è ancora molto legata», assicura Orazio Frigino, presidente dell’Idroclub Capo di Leuca e grande amico della modella.
   La bella Marky ha trascorso nel Salento le feste natalizie. «Qui da voi mi ritempro, adoro soprattutto Leuca e le campagne vicino a Castrignano e Patù», ammette la modella. E proprio per sancire l’amore con la Terra d’Otranto, è ormai propensa ad acquistare una piccola dimora nel Salento. La scelta potrebbe ricadere su un antico deposito vinicolo a Patù. Un piccolo magazzino che serba ancora gli antichi attrezzi per la vinificazione del Negroamaro, da trasformare in un originale loft.
   «La cosa più bella del Salento è la possibilità di scelta fra i due mari - dice Marky - la mattina ti svegli e puoi decidere di andare sullo Ionio o sull’Adriatico, di optare per gli scogli e o per la spiaggia. E’ stupendo. E poi la gente è magnifica: gentile e rispettosa. Quest’estate ho trascorso due mesi a Leuca. Ho fatto venire anche mia madre dalla repubblica Ceca ed anche lei è rimasta ammaliata dal posto».
   La prossima visita sarà sicuramente entro febbraio o marzo. «Quando è a Leuca si diverte moltissimo a sorvolare il Salento con gli idrovolanti», confessa l’amico Orazio. «Con il lavoro che fa ha viaggiato in tutto il mondo, ma è convinta che un posto così bello non ci sia da nessuna parte».

fonte: gazzetta del mezzogiorno - Daniela Pastore

Pubblicato il 23/01/2009


Condividi: