Leuca - Sequestro di esercizio commerciale

I NAS riscontrano carenze igieniche

LEUCA NON RISPETTATA L’ORDINANZA DI CHIUSURA


Locale con carenze igieniche i Nas sequestrano il bar «Lupo di mare»

 

 SANTA MARIA DI LEUCA. I Nas chiudono il bar «Lupo di mare» per carenze igienico-sanitarie e il proprietario chiede tempo per i lavori di messa a norma. Si è svolto lo scorso 6 luglio il sopralluogo dei carabinieri del Nucleo antisofisticazioni di Lecce all’interno del locale sito sul lungomare Cristoforo Colombo.    I militari hanno riscontrato il mancato rispetto di un’ordinanza di chiusura emessa dal Comune il 10 giugno scorso, a causa di alcune carenze igieniche. Nel corso dell’ispezione è stata verificata la tipologia di approvvigionamento idrico (una tubatura proveniente da un serbatoio sito in un’altra struttura) e l’ubicazione della fossa biologica.     Il proprietario Giuseppe Petese era stato sanzionato altre tre volte in passato, per aver riaperto il bar contravvenendo ad altrettante ordinanze. Questa volta i carabinieri hanno apposto sigilli in piombo agli ingressi, affidando il locale in custodia allo stesso titolare, assistito dal legale Giulietta Petese.     «Ho dato incarico a un tecnico per realizzare i servizi e mettere tutto a norma» ha spiegato l’esercente, che nelle vicinanze gestisce un altro bar-ristorante, che non ha nulla a che fare col sequestro. «Spero che una volta risolto il problema tecnico - auspica Petese - la burocrazia proceda speditamente con le autorizzazioni, perché il locale dà impiego a sette giovani dipendenti che aspettano di ritornare al lavoro per sostenere le rispettive famiglie».  

fonte: gazzetta del mezzogiorno
 
 
  
  
    
 
 

Pubblicato il 10/07/2009


Condividi: