Leuca - Sentenza del TAR

Restituita al Lupo di Mare la concessione nell'area del vecchio porto

SANTA MARIA DI LEUCA -  ARRIVA LA SENTENZA DEL TAR
  Il Tribunale dà ragione al «lupo di mare» restituita la concessione nell’area portuale 


LEUCA. Il Tar dà ragione al «Lupo di mare» e restituisce la concessione nell’area portuale. Si è conclusa a favore di Giuseppe Petese, meglio conosciuto con il nomignolo di chi ha spesso una vita in acqua, la vicenda giudiziaria che lo ha visto contrapposto, insieme alla Byron sea, al Comune di Castrignano del Capo. Petese è titolare del tratto di banchina, nella zona del porto vecchio, in cui si trova la gru di varo e alaggio, data in comodato d’uso alla cooperativa fondata da Isacco Margarito. Una vicenda iniziata lo scorso settembre, quando l’Ente locale sospese l’efficacia della concessione demaniale rilasciata il precedente   mese di maggio. Tra le motivazioni quella di doversi dotare di un nuovo piano di attracco. I giudici della prima sezione del tribunale amministrativo leccese, presieduta da Aldo Ravalli (estensore Claudia Lattanzi, referendario Carlo Dibello) hanno dato ragione ai ricorrenti, rappresentati dall’avvocato Giulietta Petese, sostenendo che la mancata adozione del Piano da parte del Comune ha determinato un rinvio a tempo indeterminato, quindi illegittimo, del rilascio della concessione. L’ordinanza del Tar, divenuta immediatamente esecutiva, sospende quindi il provvedimento comunale e restituisce l’area al concessionario.

Pubblicato il 10/12/2009


Condividi: