Leuca - Salviamo la BAGNAROLA

S.O.S. alle Istituzioni da parte di leucaweb e la Spina de Rizzu

LEUCA -  PADRE ANTONIO CORRADO MORCIANO LANCIA UN SOS ALLE ISTITUZIONI
A rischio l’antica «bagnarola» «Il mare può trascinarla via»

 SANTA MARIA DI LEUCA. «Una delle antiche bagnarole rischia di scomparire per sempre». A lanciare l’allarme sullo stato di degrado di una delle strutture che caratterizzano la marina di Castrignano del Capo è padre Antonio Corrado Morciano, direttore del periodico «La spina de rizzu». 
Il problema riguarda una delle tre cosiddette «bagnarole» ottocentesche sopravvissute fino ai giorni nostri. Si tratta di costruzioni destinate alle donne della nobiltà salentina, che qui aveva costruito le ville in stile liberty. All’interno le dame, prima di immergersi in acqua, si cambiavano d’abito lontane da occhi indiscreti. Se in origine a ogni villa corrispondeva una di queste casupole, oggi ne restano solo tre a testimoniare il gusto di un’epoca. La prima è quella di villa La Meridiana, che conserva gli stessi colori della dimora madre, la seconda si trova di fronte all’hotel Terminal, mentre la terza si erge tra la rotonda e la spiaggetta del Lido Azzurro. A preoccupare è proprio quest’ultima. 
«Non sappiamo a chi appartenga perché il tempo ha cancellato anche il ricordo della proprietà
– ha osservato padre Corrado – chiedo che le istituzioni facciano una ricerca allo scopo per verificare se appartiene al pubblico demanio o a qualche privato. Subito dopo occorre che vengano messi in atto gli interventi necessari per la sua salvaguardia. Il mare purtroppo – osserva – sta corrodendo la base della struttura e tra non molto una violenta mareggiata potrebbe trascinarla via. Perdere un bene prezioso come questo, unico nel suo genere nelle marine salentine – conclude – significherebbe cancellare un pezzo della storia di Leuca».

mauro ciardo

--------------------------------------------------------------------------------------


Leucaweb e la Spina de Rizzu avevano già denunciato il degrado e l'abbandono della bagnarola in questione con un breve articolo pubblicato sulla Spina de Rizzu 2009.
Continueremo il nostro impegno per la salvaguardia di quest'antica costruzione simbolo di Leuca.


Il servizio fotografico - datato 01 novembre 2009 - documenta  l'attuale stato della Bagnarola.
Le foto sono a cura di Toni De Veglia 

link

Pubblicato il 08/11/2009


Condividi: