Leuca - S.S. 275

La Pro Loco si schiera per il SI

Leuca - S.S. 275

C’è il «sì» da Santa Maria di Leuca «Non vogliamo essere emarginati» 

 

 «La 275 va costruita integralmente perché le nostre comunità non devono essere emarginate». Arriva dalla Pro loco di Santa Maria di Leuca una forte presa di posizione che va nella direzione opposta di quella degli amministratori di Gagliano e Alessano e di Legambiente. «Da sempre sensibili al problema della tutela del paesaggio – afferma il presidente Pro loco, Ugo Galati - stigmatizziamo chi si ostina a contrapporre le ragioni della salvaguardia ambientale con quelle dello sviluppo. I cittadini del Capo di Leuca vogliono il raddoppio della statale fino a Leuca. La notizia che l’Anas appalterà l’ultimo progetto legittimamente approvato dai consigli comunali dei paesi interessati – commenta - restituisce dignità alla comunità di Castrignano del Capo, che era stata incomprensibilmente esclusa e penalizzata dal progetto della cosiddetta “strada parco” voluta dall’ex presidente della Provincia, Giovanni Pellegrino, che antepose le pretestuose lagnanze di uno sparuto drappello di ambientalisti. All’Anas e a tutte le autorità competenti – conclude - chiediamo che il raddoppio arrivi fino a Leuca». Due esponenti del Pdl locale, Francesco De Nuccio e Luigi Vitali chiedono di più, che la prima pietra venga posata proprio a Leuca. «Il progetto originario di ammodernamento dell’arteria, finanziato nel 2003 dal Governo Berlusconi e dalla Giunta Fitto – ricordano - prevede una razionale interconnessione tra la nuova 275 e la statale 274 Leuca – Gallipoli, in agro di Castrignano, e contiene già notevoli interventi di mitigazione dell’impatto ambientale. Il tratto finale sarà decisivo per lo sviluppo del nostro comune in quanto lambirà la zona artigianale attualmente priva di collegamenti adeguati».

mauro ciardo

 forum di discussione : https://www.leucaweb.it/phpBB3/viewtopic.php?f=2&t=450

Pubblicato il 03/10/2009


Condividi: