Leuca - Pronto soccorso estivo

Dal 1° luglio al 31 agosto

     
Pronto soccorso estivi, nel Salento 23 postazioni

Coperte tutte le località, in campo 13 unità del 118
Il piano scatta domani e termina il 31 agosto

Leuca - Parte domani 1 luglio prossimo e resterà atti­vo fino al 31 agosto il Pronto soccorso estivo in 23 località di vacanza lungo tutta la co­sta salentina. A predisporre il servizio di assistenza sanita­ria per turistica, come’è acca­duto anche negli anni passa­ti, è stata la Asl di Lecce. Le postazioni - In particolare, il via libera definitivo è stato dato dal di­rettore generale Guido Sco­ditti con la delibera 1771 fir­mata di recente. L’Azienda sa­nitaria locale provvederà a fornire uomini e mezzi, men­tre spetta ai singoli Comuni mettere a disposizione i loca­li. I Pronto soccorso estivi sa­ranno allestiti a Casalabate, Torre Chianca, San Cataldo, Frigole, San Foca, Torre del­l’Orso, Torre Lapillo, Sant’Isi­doro, Santa Maria al Bagno, Mancaversa, Rivabella, Torre Suda, Torre San Giovanni, Torre Vado, Santa Maria di Leuca, Tricase Porto, Torre Pali, Andrano, Castro, Santa Cesarea Terme, Otranto, Por­to Badisco, Villaggio Spec­chiulla. Il servizio - Ma che tipo di assistenza viene offerta? Negli ambula­tori i turisti potranno riceve­re prestazioni di medicina ge­nerale, mentre gli per inter­venti più seri si potrà fare ri­corso alle 13 postazioni del 118 allestite con il ricorso a convenzioni per tutto il perio­do estivo a supporto delle al­tre venti normalmente atti­ve. «Per la prima volta abbia­no avuto un numero con­gruo di medici che hanno partecipato alla selezione, mentre gli altri anni - spiega il direttore sanitario della Asl Franco Sanapo - a causa della carenza di personale abbia­mo dovuto fare ricorso ai me­dici di medicina generale per coprire il fabbisogno dei pun­ti di assistenza sanitaria per i turisti». Le località - Nelle località a più bassa af­fluenza si garantisce un servi­zio che va dalle quattro alle otto ore, mentre in altre - co­me Torre San Giovanni di Ugento (che risulta essere in assoluto la più frequentata tra quella presidiate dall’Asl), a Torre Lapillo e a Porto Badi­sco il personale medico e in­fermieristico è a disposizio­ne per dodici ore. Il manager «Il medico che i turisti tro­veranno nelle nostre posta­zioni - afferma il direttore sa­nitario Franco Sanapo - svol­ge la stessa attività che loro sono abituati a chiedere ai medici di medicina generale dei luoghi di provenienza. Quindi, ci vanno i pazienti che hanno bisogno di presta­zioni, diciamo, più semplici, come la prescrizione di un an­ti ipertensivi, la cura di qual­che piccola ferita, il controllo della pressione, l’adeguamen­to della terapia. Per qualun­que necessità che richiede su­periori livelli d’assistenza c’è il 118 rafforzato». La Asl sta provvedendo ad assegnare gli incarichi in base alle gra­duatorie.

In allegato la mappa delle località servite

Pubblicato il 30/06/2009


Condividi: