Leuca - Plastica non smaltita nella vecchia fabbrica

Sequestrata l'area interessata in località San Giuseppe

 CASTRIGNANO -  L’«EREDITÀ» DI UNA VECCHIA FABBRICA


Plastica non smaltita sequestrata l’area

   CASTRIGNANO DEL CAPO - Finiscono sotto sequestro gli scarti della vecchia fabbrica della plastica.  A  mettere i sigilli a una superficie estesa su circa 1000 metri quadrati è stata un’équipe formata da militari della Guardia di finanza di Otranto, Maglie e Gallipoli, intervenuta in un capannone industriale ubicato sulla strada che collega Castrignano alla marina di Leuca, in località «San Giuseppe». 
Lì dove un tempo sorgeva u n’industria per la fabbricazione di buste di plastica, oggi è attivo il cantiere navale della Colacimare, esteso su una superficie di 18mila metri quadrati. Il sequestro non ha riguardato attrezzature del cantiere o riferibili all’attività della ditta, ma è il frutto di un’operazione di tutela ambientale. 
In un angolo dell’area di pertinenza, infatti, erano stati accumulati i materiali plastici un tempo siti nell’azienda. Si tratta di scarti di lavorazione che deteriorandosi potrebbero arrecare seri danni al suolo, a causa del rilascio di sostanze nocive. Il verbale di sequestro, a carico degli attuali proprietari, è stato depositato negli uffici della Procura della Repubblica di Lecce, nelle mani del pubblico ministero Guglielmo Cataldi. 
Stando a quanto affermato dai titolari del cantiere navale, al momento dell’ingresso nella vecchia fabbrica le maestranze avrebbero provveduto alla bonifica dell’amianto, mentre avrebbero accumulato le sostanze plastiche in attesa di smaltirle attraverso un’azienda specializzata. Procedura questa che dovrà essere effettuata per ottenere il dissequestro dell’area. 
  m.c.
 
 
 
  
 

Pubblicato il 06/06/2009


Condividi: