Leuca - Il caso della S.S. 275

Interviene il senatore Giorgio De Giuseppe

LEUCA -  INTERVIENE GIORGIO DE GIUSEPPE
  «L’intesa tra Enti è la via giusta per risolvere il caso della Statale 275» 


  LEUCA. «Onore a Gabellone, Capone e Pellegrino ma ora basta con le battaglie giudiziarie sulla 275». Il difensore civico della provincia di Lecce, il senatore Giorgio De Giuseppe, interviene per sollecitare un’intesa tra Regione, Provincia e Anas sul raddoppio della statale Maglie-Leuca. Questo all’indomani della sentenza del Tar di Lecce che ha respinto i ricorsi presentati (per accorciare la strada fino a San Dana) da parte di Regione, Comune di Alessano e ambientalisti, e dopo l’annuncio del governatore Vendola che Bari farà appello al Consiglio di Stato. Alla notizia della decisione del Tar Gabellone invocò un’intesa alla quale si sono dichiarati possibilisti Loredana Capone e Giovanni Pellegrino. «Le dichiarazioni di Capone, l’iniziativa di Gabellone di invitare l’Anas a un incontro, e l’insistente auspicio a un’intesa dell’avvocato Giovanni Pellegrino - dice De Giuseppe - onorano tutti e tre per l’evidente moderazione e per lo sforzo pragmatico di conciliazione nonché per il rifiuto della logica del braccio di ferro. Essi - prosegue il difensore civico - confermano il senso di responsabilità di chi sa bene come un confronto serio tra enti, egualmente rappresentativi della volontà popolare e finalizzato all’interesse pubblico, sia la strada maestra rispetto a quella giudiziaria. L’auspicata intesa tra gli enti non potrà essere ignorata dall’Anas. La tendenza, purtroppo diffusa, ad affidare ai magistrati decisioni che spettano, invece, ai politici e agli amministratori, costituisce preoccupante aspetto del deterioramento delle funzioni istituzionali e in conseguenza – conclude - del rapporto tra cittadini ed enti elettivi».

mauro ciardo

Pubblicato il 28/07/2010


Condividi: