Leuca - Erma antica e Cammino per Leuca

Benedizione e cerimona del 3 maggio 2009

ERMA ANTICA--BENEDIZIONE E CERIMONIA 3-05.2009

Leuca - L’ERMA ANTICA E’ TORNATA AL SUO POSTO Dopo lunghe ricerche effettuate, con determinante impegno, da SpeleoTrekkingSalento, l’ERMA ANTICA è tornata a risplendere al suo posto originario, ovvero ad un chilometro dal primo Santuario del mondo a culto Mariano, sulla SS 275 per Leuca.Ieri, 3 maggio 2009, in occasione dell’ultima tappa della VI edizione del Cammino per Leuca, alle ore 15,30 precise, alla presenza di 135 pellegrini-camminatori tra italiani e stranieri provenienti, a piedi, da Lecce per 87 km, coordinati da SpeleoTrekkingSalento, sono giunti coralmente e si sono soffermati, per l’ultima sosta, dinnanzi al piccolo ma prezioso, settecentesto monumento che, nella sua estrema semplicità, emana un silente richiamo ancestrale, un profondo effetto mistico e di aggregazione che rivive nel ricordo degli antichi pellegrini e che si amalgama, perfettamente, nei colori del contesto e nel sapore di autenticità salentina. Si è, poi, proceduto a riproporre, il ritrovato, dimenticato ed antichissimo “Rito delle Pietre”. Alla presenza del Sindaco di Castrignano del Capo dott. Ferraro e  dell’Assessore Nando Marzo, il Rettore del Santuario Mariano, Padre Giuseppe Stendardo ha benedetto l’ERMA ANTICA, con una graditissima, semplice cerimonia in loco, ufficializzandone, con gioia, il suo ritorno storico, alla presenza testimoniale di tutti i partecipanti alla prima Giornata nella Rete Nazionale dei Cammini Francigeni, della quale siamo entrati a far parte, oltre ad un nutrito corredo fotografico. La targa metallica apposta alla base della stele recita:ERMA ANTICARicollocata dal Comune di Castrignano del Capoin occasione del Cammino per Leucariproposto nel III Millennioda SpeleoTrekkingSalento di LecceAD   XXVIII E’ doveroso ringraziare e riportare i nomi di coloro, protagonisti di SpeleoTrekkingSalento, che si sono dedicati con estrema, lunga e determinante passione alla capillare ricomposizione dell’antico ITINERARIO LEUCADENSE dimenticato, nonché alla ricerca dell’ERMA ANTICA : -Antonio Adamo con il suo primitivo impegno, -la prof.ssa Rita De Matteis direttore culturale, -il prof. Ezio Sarcinella autore del libro “La Via dei Pellegrini” unico documento consultabile dopo la ripresa del Cammino (€ 19), -il dott. Antonio Perulli ed infine -il sottoscritto.Si è tenuto sottolineare, al microfono, le linee programmatiche del progetto SpeleoTrekkingSalento depositato, anche, presso la Provincia di Lecce che, dopo avere previsto lo studio, il ritrovamento e riproposto l’antico itinerario Leucadense, prevede che ne sia ultimato il congiungimento a S.M. del Casale di Brindisi attraverso le millenarie S. Maria D’Aurio e S.M  a Cerrate. Ci si potrà congiungere, allora, con S. Michele Garganico e con Roma per creare, così, a S. Maria di Leuca, il logico terminale naturale, culturale e religioso della Via Francigena, là dove insiste l’unico, autentico finis-terrae sormontato dal prestigioso, ultimo Santuario d’Italia e primo nel mondo.Il nostro progetto prevede che, in un imminente futuro, si possano invitare a Leuca, in una grandiosa festa policroma e multietnica, in occasione del ritrovato pellegrinaggio, ormai, tradizione, tutti i popoli che si affacciano nel bacino del Mediterraneo  Un particolare, sentito ringraziamento vada, di cuore, all’APT ed alla Provincia di Lecce per i Patrocini e per l’utilissimo sostegno concretizzatosi nella messa a disposizione dei pullman per i rientri e per la fornitura del materiale organizzativo.  Lecce 4 aprile 2009          

                                                                                                                                      Il pioniere del trekking nel Salento                                                                                            Presidente  Riccardo Rella 

 “In un mondo che tende a dividere, SpeleoTrekking aggrega”


 

Pubblicato il 05/05/2009


Condividi: