Leuca - Elettricità nell'area portuale - cantiere sequestrato

Bloccato il collegamento Enel - Porto Turistico

LEUCA  - BLOCCATO IL COLLEGAMENTO DELLA «PORTO TURISTICO» CON L’ENEL


Elettricità nell’area portuale cantiere sotto sequestro

 

In corso una verifica sulla proprietà del suolo interessato dai lavori


 SANTA MARIA DI LEUCA. Finisce sotto sequestro il cantiere per l’allacciamento elettrico nell’area portuale.
   Ad intervenire per bloccare i lavori di scavo, che avrebbero consentito di collegare all’impianto Enel i servizi della società mista Porto turistico,
che ha ricevuto in concessione l’area demaniale, sono stati i carabinieri della locale s t a z i o n e.
   Gli uomini guidati dal luogotenente Santo Licchlelli , dipendenti dalla compagnia di Tricase diretta dal capitano Andrea Bettini, venerdì scorso hanno apposto i sigilli nel sito interessato dai lavori. Il motivo sarebbe da attribuire a una verifica sulla proprietà dell’area. Il provvedimento di fermo sarebbe stato indispensabile per consentire gli accertamenti.     Le opere riguardano la posa dei cavi elettrici, come da progetto presentato dalla società,  che vede come azionista di maggioranza la Igeco e come socio di minoranza il Comune di Castrignano del Capo.  L’energia andrà ad illuminare i nuovi pontili e i cavi sono messi a dimora attraverso un lavoro dato in appalto.  Da parte della Porto Turistico si afferma che l’equivoco sarà presto chiarito. «L'area non è demaniale come si pensa - ha affermato il presidente della società mista, Flavio De Veglia - ma la superficie è in nostro pieno possesso perché acquistata».  «Il fermo continua De Veglia - ha riguardato non la nostra società ma la ditta che eseguiva gli scavi. Credo - conclude il presidente della società mista - che l’equivoco sarà presto risolto non appena potranno essere letti i documenti - conclude De Veglia - nel frattempo le attività di allacciamento sono state sospese in via precauzionale». 
 

mauro ciardo
 
  
  
   
 

Pubblicato il 10/06/2009


Condividi: