Leuca - Complessa operazione di salvataggio della Guardia Costiera

L'odissea della Hercules con 60 migranti a bordo

Leuca -  conclusa con successo l'odissea della ''Hercules''

La Guardia Costiera di Leuca e Gallipoli impegnata per 48 ore
   



Santa Maria di Leuca – Tutti salvi i 60 cittadini extracomunitari , tra cui una donna e tre bambini, dell'imbarcazione a vela “Hercules” che dal 22 novembre erano in balia delle onde a circa 30 miglia ad ovest del Capo di Leuca.
Intorno alle 23,30 di ieri è finalmente giunto nel porto di Santa Maria di Leuca, la barca  a vela “Hercules” lunga 13 metri e  battente bandiera greca. La complessa operazione di salvataggio ha impegnato la guardia costiera da lunedì 22 novembre.
L’”Hercules” era da circa due giorni in difficoltà al largo di Leuca a causa delle proibitive condizioni del mare. Scattata l'allerta, un elicottero e tre unità navali della guardia costiera ( di cui una partita da Santa Maria di Leuca) più  4 unità mercantili appositamente dirottate sul posto, si sono messe all’opera per portare in salvo gli extracomunitari. Abbordato il piccolo natante, tutti i 60 migranti venivano trasbordati su una nave mercantile successivamente dirottata verso il porto di Crotone. A causa delle pessime condizioni del mare non era però possibile rimorchiare subito  la piccola barca, rimasta tutta la notte in balia delle onde. Nel tardo pomeriggio di ieri (23 novembre) la Capitaneria di Gallipoli dava il via alle operazioni di recupero e traino del natante verso il porto di Leuca. Durante le complesse operazioni di soccorso i militari si sono avvalsi dell’aiuto di un peschereccio di altura – il “Santos” – appartenente alla marineria di Gallipoli. Infine, come già detto, nella tarda serata di ieri, i mezzi di soccorso e la barca “Hercules” giungevano nel porto di Leuca e la piccola imbarcazione a vela veniva prontamente messa sotto sequestro.

 

Pubblicato il 24/11/2010


Condividi: