Leuca - Al setaccio gli affitti in nero

52 i casi scoperti tra Leuca, Salve e Morciano

 SUD SALENTO -  VERIFICHE DELLA GUARDIA DI FINANZA A LEUCA, SALVE E A MORCIANO.

E NON SI È CHE ALL’INIZIO 


  Al setaccio gli affitti «in nero»   Già individuati i proprietari di oltre cinquanta abitazioni: sfuggiti a tassazione oltre 130mila euro.


SANTA MARIA DI LEUCA. Affittavano le case estive ai turisti senza pagare le tasse e finiscono nei guai con il fisco. Sono almeno 52 i casi scoperti tra Leuca, Salve e Morciano di Leuca dai militari della Tenenza della Guardia di finanza di Tricase, diretta dal tenente Giuse ppe Giordano . Dopo mesi passati a setacciare le carte e a controllare i movimenti nelle agenzie immobiliari, le Fiamme gialle hanno quantificato in almeno 130mila la cifra sfuggita alla tassazione. A tanto, infatti, ammonterebbe la somma mai versata dai proprietari di 52 abitazioni, che soprattutto nei periodi estivi, da giugno fino a settembre, venivano date in affitto a famiglie provenienti da fuori regione o dall’estero. Non solo durante il pienone ma anche in bassa stagione. Alcuni casi hanno riguardato periodi che vanno da marzo a maggio e il mese di ottobre. Da quanto se ne sa l’operazione sarebbe solo all’inizio e le verifiche saranno estese a tutte le località del Sud Salento. Per ora sono state controllate le tre località più “in” del Tacco salentino. Salve conta sul suo territorio quattro marine, Torre Pali, Lido Marini, Pescoluse e Posto Vecchio; Morciano ha il suo fiore all’occhiello nella località di Torre Vado, mentre Leuca è la «Regina dei due mari» amministrata da Castrignano del Capo. 
A far scattare l’indagine sono state   alcune segnalazioni degli stessi turisti, che si sono visti chiedere somme esose per l’affitto, senza ricevere uno straccio di ricevuta.
L’abitazione era stata scelta dopo aver consultato siti web e riviste specializzate. Una volta sul posto, il corrispettivo pagato non avrebbe giustificato i servizi ricevuti e il passo dalla casa alla Caserma è stato breve.

Pubblicato il 30/11/2009


Condividi: