Leuca - 150° Unità d'Italia

La storia di Leuca dal 1861 ad oggi attraverso le date - Parte 2^



Leuca - 150° Unità d'Italia

La storia di Leuca dal 1861 ad oggi  raccontata attraverso le date

(Parte 2^)


Dal 1900  al  1950

 


1900 – 1920


 1901 -   Primo censimento ufficiale delle presenze a Leuca:

n° abitanti  145.


  1901 - 21 Ottobre - Importante pellegrinaggio salentino  all’inizio del secolo XX verso l'attuale Basilica "De Finibus Terrae" . In ricordo fu inaugurata una Croce in carparo sul colle Japigio.


 1904 -  Vengono aggiudicati i lavorio alla Ditta Ercole Antico e Soci per le opere terminali dell’Acquedotto Pugliese.


1906 -  Novembre, inizio dei lavori delle opere Terminali dell’Acquedotto Pugliese.


1915 – 1918 - In questo periodo fu costruito il  Molo degli inglesi (il pontile) e l’Angar Colombo capace di contenere fino a  5 idrovolanti.


 1915 -  27  Aprile - Affondamento dell’incrociatore francese “Leon Gambetta” nelle acque di S.Maria di Leuca.  A bordo vi erano 791 marinai. 655 le vittime, 136 i superstiti di cui 28 recuperati vivi a 12 ore dal fatto grazie a tre pescatori  e al semaforista di Leuca . Il comandante si suicidò. Una lapide  nel Santuario ricorda l’evento.


1916 - 1917 - Costruzione del Serbatoio, fatto costruire  dal Genio Militare di Taranto come "sicuro, celere ed economico" rifornimento di acqua alle navi da guerra.


1918 - Prima pietra per l’erigenda Centrale  elettrica. Successivamente la costruzione verrà utilizzata per la Colonia Scarciglia.


1920  - 1940


1921 - Inaugurazione della Colonia Scarciglia. La struttura nasceva come “colonia” in aiuto dei  figli di  genitori colpiti da tubercolosi (t.b.c.)


1922 -  Le Suore Salesiane dei Sacri Cuori, prendono possesso della Colonia Scarciglia.


 1923 - Episodi di intolleranza tra gli abitanti di Leuca- Castrignano e gli abitanti di Gagliano del Capo.  Il motivo fu lo spostamento della data della  festa della Madonna di Leuca del 15 Agosto e quindi la conseguente processione a mare. In quell’anno si decise di fare la festa della Madonna la Domenica successiva al 15 di Agosto, data riservata da sempre per la festa di S.Rocco. Ci furono gravi disordini con la presenza dei militari.  Da allora si decise di fare la processione a mare con un’altra  statua, identica a quella del Santuario,  che doveva rimanere sempre nella Marina.


 1927 - Marzo -  Episodio drammatico per alcuni pescatori di Leuca. L’imbarcazione a remi di Morciano Salvatore (Tore Scesciu), per conservare lo "Jus" sulla pascara la” Posta”, tra punta Meliso e punta Reuma, per un fortunale sopraggiunto, rimane in balia delle onde per alcuni giorni. A causa delle pessime condizioni del mare, l’imbarcazione  arrivò a Novaglie  e purtroppo durante il salvataggio morì un pescatore.


1935 -  30 Marzo -   Salvataggio in extremis di una imbarcazione a remi di Francesco Cassiano (Cicciu lu Moru) da parte di una nave di passaggio nelle acque del mare di Leuca.

1935 - Mons. De Angelis, Vescovo di Ugento, fa benedire da Mons.Pasquale Morelli la Chiesa ormai ultimata e intitolata a “Cristo Re”. Si apre al culto e il primo Sacerdote è Don Roberto Muraglia.


1935 -  Il Santuario “ Madonna de Finibus Terrae”  viene dichiarato Parrocchia dell’Annunciazione, che comprende anche la Marina di Leuca.


1939 - Viene collocata la Colonna romana ai piedi della Cascata che segna la fine delle opere terminali dell’Acquedotto Pugliese. Inaugurazione dell’Acquedotto. Presente il Ministro Giuseppe Bottai.


1940 - 29 Giugno. Affondamento del Sommergibile Rubino nelle acque di S.M. di Leuca.


1941 – 1950


1942 -  Arrivo a Leuca delle” Suore Figlie di S.Maria di Leuca”.


1942 -   29 Luglio. Affondamento del Sommergibile “Pietro Micca” .


1943 - 8 Agosto.  Giungono a Leuca i Francescani che prendono possesso del Conventino vicino la Chiesa di Cristo Re. P. Anselmo Raguso Superiore; P. Francesco Massaro Economo e Fra Giuseppe Marra sacrista.


1943 -  31 Ottobre. Viene ordinato il primo Sacerdote di Leuca: D.Vittorio Petese.


1943 - 1° Novembre. Arrivano i Paracadutisti. Leuca è dichiarata Campo Profughi .


1944 -  8 Gennaio. Arrivano i profughi Slavi. Il  numero è di 3000. Vengono requisite tutte le ville di Leuca eccetto Villa Pia. Da quest’anno fino al 1947 si susseguono arrivi di profughi provenienti da varie nazionalità:Greci Albanesi, Russi, Ebrei, Abissini, Eritrei, Somali, Austriaci, Ceki, Polacchi, Ungheresi, Armeni, Siriani,Cinesi, Bulgari, Caucasini, Tripolini, Turchi. Il Campo chiude a Marzo del 1947. Gli ultimi ad andare via  furoni gli Ebrei.


1947 - Inizia la pesca con imbarcazioni a motore. Le prime imbarcazioni: La Piccola Mola e la Cristoforo Colombo.


1947 - 16 Luglio. Grave e drammatico episodio  nelle acque di Leuca. Per tre giorni 5 barche e 2 Pescherecci (la Piccola Mola e Cristoforo Colombo) e una trentina di pescatori rimangono in balia delle onde nel Canale d’Otranto a causa di un improvviso fortunale. I pescatori in quella circostanza drammatica riconobbero la protezione della Madonna di Leuca che li salvò tutti.
1948  -  Pellegrinaggio della Madonna di Leuca in alcune Diocesi salentine.


1949  - 19 - 22 Maggio. Eccezionale Congresso Mariano Salentino presso il Santuario della Madonna di Leuca.



 1949 -
Mons. Giuseppe Ruotolo, Vescovo di Ugento, fonda l’Associazione” Alfieri di Maria”.  

                                                   
1950
-  Madonnina collocata sulla croce seicentesca sul Santuario, in ricordo dell’Anno Santo.

Pubblicato il 24/02/2011


Condividi: