I giovani di Castrignano del Capo in aiuto dei terremotati dell'Emilia

Interessante e meritevole iniziativa proposta dal Comitato “Terre in Moto” – Castrignano del Capo


Leuca - Il Comitato “Terre in Moto” – Castrignano del Capo, organizza una Colletta Alimentare per le popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna. Quanto raccolto sarà interamente donato alla popolazione  di Cavezzo,  uno dei comuni più colpiti dal sisma. I volontari del Comitato provvederanno al trasporto e consegna sul posto di quanto sarà donato. Si potrà aderire alla Colletta acquistando i “Buoni Alimentari” presso i centri commerciali in cui è attivo il punto “Un Buono per l’Emilia” oppure portando una lattina da 5 litri d’olio paesano direttamente presso il Chat Bar – Piazza San Michele (Castrignano del Capo), dove sarà attivo un punto raccolta tutti i giorni dalle ore 15.00 alle 24.00. Collaborano alla raccolta anche  le parrocchie di Salignano e Giuliano sotto la guida di don Luca e don Pasquale.

Il Comitato sarà, inoltre, a disposizione per ricevere e valutare il ritiro anche di eventuale altro materiale anche non alimentare. Per ulteriori info, rivolgersi presso Chat Bar o telefonare ai seguenti numeri del coordinameto : 3483839367 - 3403079090 - 3494542353 - 389013890193777. La raccolta terminerà DOMENICA 8 LUGLIO

Il comitato è costituito da giovani svincolato da associazioni religiose o politiche. Quanto raccolto sarà trasportato direttamente in Emilia dai volontari. Si partirà all’alba del 09 luglio 2012 da Castrignano del Capo  e arrivati a Cavezzo si  provvederà ad organizzare la distribuzione dei prodotti ed una serata con musica … e “frise”. Saranno presenti  i componenti del gruppo di pizzica Suduro Antico ed oltre alla buona musica sarà l’occasione per degustare le tipiche “frise” del Salento. Il 10 luglio inizierà la distribuzione dei prodotti alimentari ed altro materiale utile  (lenzuola per brande da campo, ecc). I beni saranno distribuiti in collaborazione con il comune di Cavezzo e la parrocchia, alle famiglie più bisognose  che anche prima del sisma, versavano in condizioni socio-economiche precarie.


Ma il Comitato dei giovani castrignanesi offrirà anche ospitalità per una decina di giorni ad una ventina di giovani di Cavezzo presso private abitazioni di Castrignano e Leuca. Durante il soggiorno nel Capo di Leuca verranno allestiti degli stand curati dai ragazzi emiliani e dai responsabili di aziende produttrici di formaggio reggiano per la vendita dello stesso. Un aiuto ulteriore per far ripartire l'economia di quei paesi.

Si spera nella buona riuscita dell’iniziativa e preme sottolineare l’impegno dei giovani castrignanesi che senza vincoli  di colori politici e fedi religiose dedicano tempo ed energie per una popolazione della nostra “Italia” duramente colpita da questa tragedia. Ma lo sappiamo tutti che quando si agisce con il cuore la risposta della società civile non può che essere positiva.

Buon lavoro, ragazzi!

Pubblicato il 26/06/2012


Condividi: