Castrignano - Ubriaco aggredisce carabiniere

Trentottenne finisce in cella

 CASTRIGNANO SORPRESO A ZIGZAGARE SULLA LITORANEA


Ubriaco alla guida aggredisce carabiniere

 

Un trentottenne dà in escandescenze e finisce in cella

 

 CASTRIGNANO DEL CAPO. Guida ubriaco, aggredisce un carabiniere e alla fine finisce in manette. È stato rinchiuso nel carcere circondariale di Borgo San Nicola a Lecce, con le accuse di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, Cosimo Petracca, 38 anni del luogo.     Nella notte tra venerdì e sabato l’uomo era stato notato da alcuni automobilisti mentre percorreva la litoranea Santa Maria di Leuca-Novaglie a bordo di un’auto che sbandava vistosamente, fino ad andare a scontrarsi con il guard-rail. Dopo aver allertato il numero di emergenza 112, chi ha fatto la segnalazione ha dettato il numero di targa dell’auto, permettendo alle pattuglie della compagnia dei carabinieri di Tricase di rintracciare il mezzo all’altezza della marina del Ciolo di Gagliano del Capo. Qui i militari della locale stazione hanno intimato l’alt al guidatore, che ha cercato di nascondersi nel parcheggio accanto al ponte che sovrasta l’in - senatura. Alla richiesta dei documenti, il 38enne sarebbe andato in escandescenze, lanciando insulti agli uomini dell’Arma fino ad aggredire un membro della pattuglia che cercava di illustrargli il funzionamento del test con l’etilometro, cui era stato invitato a sottoporsi. Test che ha poi effettuato una volta condotto in caserma. E il suo tasso alcolemico è risultato di ben cinque volte superiore ai limiti consentiti. Su disposizione del pubblico ministero Elsa Valeria Mignone, il castrignanese è stato trasferito in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. A suo carico anche una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale, ubriachezza manifesta e guida in stato di ebbrezza.  
 
 
  
  
    
 
 

Pubblicato il 24/08/2009


Condividi: