Castrignano investe sulle energie rinnovabili

da Paese Nostro, dicembre 2012

Castrignano investe sulle energie rinnovabili

da Paese Nostro Dicembre 2012


L’amministrazione comunale di Castrignano del Capo punta sulle energie rinnovabili. Nei giorni scorsi è stato consegnato il grande impianto fotovoltaico di 86,40 kwp installato sulla tribuna dello stadio comunale di Via San Giuseppe.
L’investimento, realizzato grazie ad un finanziamento pubblico di 300 mila euro (ottenuto nel 2010 e salvato in extremis nel dicembre 2011 dopo il ritiro della prima ditta aggiudicataria dell’appalto) produrrà, secondo le stime progettuali, 120.960 kw che, moltiplicati  per l’incentivo statale di 0.214 Euro/kw, garantiranno un introito nelle casse dell’ente pari a 25.885 Euro all’anno;  oltre al un risparmio annuale di circa 17.000 Euro sulla bolletta energetica comunale.
Per Castrignano si tratta del primo investimento pubblico nel settore del fotovoltaico. Ma non l’unico.
Contestualmente alla tribuna fotovoltaica, infatti, l’Amministrazione guidata dal sindaco Anna Maria Rosafio, con il particolare impegno profuso dal consigliere con delega alle attività produttive Eugenio Cordella, ha deciso di convertire i solai di ben 7 immobili comunali in altrettanti centrali energetiche, concedendo in uso per 30 anni ad un’impresa privata le superfici necessarie all’installazione degli impianti. Questa operazione frutterà al comune utili per 21.812 Euro all’anno (per i primi 20 anni).
La ditta concessionaria, proprietaria degli impianti, incasserà i proventi dell’energia prodotta dai 240 kwp installati.  La stessa impresa, in contropartita, oltre al versare al comune il canone annuo, ha realizzato su alcuni dei 7 immobili ben quattro mini centrali di tipo “domestico” da 2,82 kwp, già consegnate al patrimonio dell’ente. Anche questi ultimi impianti, installati sui tetti del municipio, della scuola, di un cimitero e dell’ex mattatoio, produrranno proventi in termini sia di incentivi statali (4377Euro all’anno), sia di risparmio sulla bolletta energetica comunale (2.200Euro). Complessivamente, sommando gli investimenti pubblici e privati effettuati nel 2012 su immobili comunali e tribuna sportiva, la partita delle energie rinnovabili produrrà ricavi per circa 50.000 Euro all’anno. Una maggiore entrata che, sommata ai quasi 19.000 euro di risparmio stimato sulla bolletta energetica, apporterà un beneficio economico di 69.000 Euro all’anno (1.380.000 Euro in 20 anni!), a fronte di nessun costo sostenuto da parte del Comune. Una autentica boccata d’ossigeno per il bilancio dell’ente, sempre più asfittico a causa dei tagli crescenti dei trasferimenti statali e dei vincoli di finanza pubblica imposti dal “patto di stabilità”.


L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

Pubblicato il 11/01/2013


Condividi: