Capo di Leuca - Maltempo e disagi

Fine settimana all'insegna della pioggia. Molti gli allagamenti

 Maltempo e disagi

 

Leuca - Tarda mattinata di passione, venerdì, nel Capo di Leuca. Un intenso acquazzone, durato poco meno di due ore, dalle 12 alle 13.30, ha messo in ginocchio la circolazione stradale provocando notevoli disagi e allagando strade e abitazioni. La fitta e copiosa pioggia, che in alcuni momenti ha ridotto quasi a zero la visibilità , ha costretto numerosi automobilisti a soste prolungate ai margini delle strade, nel frattempo diventate fiumi in piena. Per un'ora e mezzo il Sud Salento è rimasto bloccato, sferzato da raffiche di vento miste a pioggia che hanno raggiunto i 40 nodi. La situazione più difficile si è¨ vissuta sulle principali arterie stradali: le Statali 275 e 274, dove si è dovuto attendere parecchie ore prima che la circolazione potesse riprendere regolarmente. In particolare, sulla Statale 275, nel tratto tra Gagliano del Capo e Santa Maria di Leuca, la pioggia incessante ha fatto franare un muro di recinzione, riversando sul manto stradale tufi di grosse dimensioni, pietre e fanghiglia. Sempre sulla statale 275, a causa dell'esondazione di alcune campagne limitrofe, si è¨ riversata una grande quantità  d'acqua che ha allagato la sede viaria, costringendo le auto a procedere a passo d' uomo. Difficoltà  alla circolazione si sono riscontrate anche nei centri abitati dei comuni di Gagliano e Castrignano del Capo. In quest'ultimo diverse autovetture sono rimaste bloccate all'ingresso del paese,  in un punto di raccolta dell'acqua piovana. Come se non bastasse, l'intenso flusso d'acqua non ha mancato di riversarsi nei chiusini della fogna nera facendo esplodere diversi tombini. Su via Colonnello Galliano, tra Gagliano e Castrignano del Capo, sulla Provinciale Terra Greci e in alcuni punti della marina di Leuca, le strade sono state ricoperte da un'acqua scura e maleodorante, il cui olezzo ha imperversato per l'intero pomeriggio. Disagi anche sulle litoranee ionica e adriatica e nelle vie di campagna: diversi muretti a secco hanno ceduto sotto il peso della terra zuppa d'acqua, crollando sull'asfalto.

foto in allegato

Gabriele Rosafio 

Pubblicato il 25/10/2009


Condividi: