"PEACEMOB - MEDITERRANEO, FRONTIERA DI PACE”

Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 11.00 sul Piazzale del Santuario di Santa Maria di Leuca.

Foto a cura di  Michele Rosafio

Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 11.00 sul Piazzale del Santuario di Santa Maria di Leuca - Piazza Giovanni XXIII, si è svolto  il “PEACEMOB - MEDITERRANEO, FRONTIERA DI PACE” voluto dalla Fondazione di Partecipazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca - De Finibus Terrae" e promosso dalla Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca.

            All’iniziativa hanno partecipato: S.E. Mons. Vito ANGIULI, Vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca, Santo PAPA, Sindaco di Castrignano del Capo, Don Stefano ANCORA, Presidente del Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca - De Finibus Terrae" e la Prof.ssa Pamela Maria Luigia LICCHELLI, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Vito De Blasi”di Gagliano del Capo.             Sul modello del flash mob, “Peace Mob” vuole essere una proposta di lancio di un messaggio di pace sul Mediterraneo che si apre come orizzonte quasi a 360° dal promontorio su cui sorge la Basilica-Santuario di S. Maria de finibus terrae. L’occasione è l’incontro dei Vescovi del Mediterraneo che si terrà in terra di Puglia, a Bari, dal 19 al 23 febbraio 2020, a cui, l’ultimo giorno, parteciperà anche Papa Francesco.  Il “PeaceMob” vuole sensibilizzare l’attenzione anche sul  Mare nostrum, con tutte le sue potenzialità di convivialità, ma anche con tutte le sue contraddizioni di conflitti.  
           Protagonistidel “PeaceMob” sono stati gli 800 alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo “V. De Blasi” di Gagliano del Capo e di Castrignano del Capo, insieme al coro e le coreografie dell'Orchestra giovanile del Conservatorio “T. Schipa” di Lecce.



            

           

 


           

Pubblicato il 12/02/2020


Condividi:

Articoli correlati