Ugento - Veglia di preghiera per don Stefano

Circa 700 persone in preghiera per aiutare il sacerdote nella sua battaglia

UGENTO -  Una veglia di preghiera per aiutare don Stefano nella sua battaglia.


Ugento - Martedì scorso alle 20, nella chiesa di San Giovanni Bosco, erano circa 700 le persone che si sono radunate in preghiera per augurare pronta guarigione al parroco don Stefano Rocca, ricoverato nell’ospedale di Casarano per problemi cardiaci, e per sostenerlo contro le accuse di pedofilia che gli sono state rivolte. Il sacerdote è stato invitato dai suoi superiori a trascorrere un periodo di riposo e di rinnovamento lontano da Ugento, al fine di preparare una memoria difensiva contro un’accusa di pedofilia nei suoi confronti giunta alla Congregazione dei vescovi di Roma. Prima della partenza per l’Umbria il sacerdote ha avuto un collasso facendo ricorso ai medici e ora si sta sottoponendo a una cura con ansiolitici. Dopo un peggioramento registrato lunedì, quando è stata necessaria la visita dei cardiologi, le sue condizioni di salute restano critiche ma stabili, Ieri sera da Ugento e da Taurisano, sua città natale, i fedeli si sono organizzati per presentare memorie a difesa del parroco, illustrando ai vescovi l’operato a favore dei bambini e delle famiglie nel corso dell’attività parrocchiale condotta dal prete.

mauro ciardo

 

Pubblicato il 14/10/2010


Condividi: