Torre Vado - Gestione del porto

Il TAR di Lecce blocca l'affidamento


 
 
 
 TORRE VADO NUOVO COLPO DI SCENA


Gestione del porto il Tar di Lecce blocca l’affidamento

 


TORRE VADO (MORCIANO DI LEUCA). In attesa del nuovo gestore l’area portuale di Torre Vado non sembra avere pace. È stato sospeso quattro giorni fa, dal Tar di Lecce, il provvedimento con cui il Comune aveva affidato la gestione del porto alla ditta vincitrice del bando di gara. Nomina che prima era stata congelata dalla stessa Giunta dopo il ricorso di un concorrente e successivamente sbloccata. Ma andiamo con ordine. Lo scorso 8 luglio il Comune, che vede a capo l’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Picci, aveva affidato alla ditta Associazione sportiva nuova Igea l’incarico per la collaborazione del porto per la stagione 2009, dopo una gara di procedura negoziata svoltasi l’11 giugno. La Igea, presieduta da Massimo De Marco, aveva presentato la migliore offerta relativa al compenso spettante al Comune, pari al 57,50 per cento sulle somme provenienti dal fitto dei posti barca. Un altro concorrente, la ditta Monteduro, dopo la gara presentò un ricorso al Tar il 17 giugno e la Giunta comunale, il 25 di quel mese, chiese all’ufficio segreteria e all’ufficio tecnico parere scritto sulla regolarità o meno dell’affidamento. La risposta, giunta il 29, apriva la strada alla sospensione dell’approvazione del verbale e alla richiesta di un riesame della documentazione al presiedente di gara. Il giorno dopo la stessa Giunta decise di sospendere per “autotutela” la proposta di approvazione, chiedendo lumi al presidente. La nota esplicativa giunse il 6 luglio e carte alla mano l’Amministrazione affidò la collaborazione alla Igea due giorni dopo. L’altro giorno il colpo di scena, quando i giudici del tribunale amministrativo del capoluogo hanno deciso di sospendere tutto, rimandando al pronunciamento previsto per il 23 luglio prossimo. Intanto, per non lasciare sguarnito il porto, la Giunta ha nominato d’urg enza cinque persone considerate esperte, che ora dovranno assicurare la vigilanza e la gestione in attesa del responso del tribunale.  
 
m.c.

Pubblicato il 17/07/2009


Condividi: