Tiggiano - strada intitolata al parà Ricchiuto

Il sindaco assicura il ricordo della comunità

TIGGIANO IL SINDACO ASSICURA IL RICORDO DELLA COMUNITÀ
Sarà intitolata una via al parà ucciso a Kabul

T I G G I A N O. «La nostra comunità ricorderà per sempre il sacrificio estremo di Davide Ricchiuto». Lo aveva già detto martedì in chiesa, nel corso dei funerali del paracadutista dell’Esercito morto a Kabul: quando ormai gli echi di quanto è accaduto si vanno spegnendo e il dolore rientra nella sfera privata di ciascuno, il sindaco Ippazio Antonio Morciano ribadisce il concetto pronunciato dall’altare. 
«La comunità – dice ancora provato il primo cittadino – ha vissuto una tragedia dalle immane proporzioni, della quale, forse, non ci rendiamo neppure bene conto. Ma è chiaro che l’esempio del nostro giovane concittadino perito in Afghanistan sarà tramandato alle generazioni future».  Tra le idee per l’immediato, l’intiolazione a Davide di una strada, un giardino o una piazza. «Questa – continua Morciano – sarà una possibilità alla quale lavoreremo tutti insieme. Sentirò il consiglio comunale, le associazioni locali, la cittadinanza. Oltre, naturalmente, agli amici e ai familiari del militare che più di tutti – rimarca – conoscevano i voleri del nostro valoroso concittadino». Una scelta condivisa dunque, per un gesto che resterà imperituro nella storia cittadina.  Intanto, il sindaco plaude all’iniziativa della famiglia Ricchiuto. «La volontà di raccogliere fondi per la costruzione di una scuola in Afghanistan –dice –è una dimostrazione della grande sensibilità e forza d’animo di una famiglia che, pur colpita nei sentimenti più profondi, riesce a guardare al bene del prossimo. Ci attiveremo affinché questa volontà sia perseguita». Morciano plaude al senso civico della gente. «Ciascuno ha fatto più della propria parte. Con il gelo nel cuore, la comunità si è stretta tutta intorno alla villetta di via Genova. In questi giorni, più che mai, mi sono sentito orgoglioso di essere il primo rappresentante della mia gente». Tanti gli attestati di stima inviati dai vertici militari al primo cittadino di Tiggiano per l’accoglienza e la collaborazione riservata nell’occasione alle Forze armate. 
 
fonte : gazzetta del mezzogiorno (g. martella)

Pubblicato il 24/09/2009


Condividi: