Sud Salento - Capitanerie al lavoro

Pioggia di multe sui diportisti incoscienti

SALENTO - INTENSO FINE SETTIMANA PER LA CAPITANERIA


Pioggia di multe sui diportisti «incoscienti»

 Il fine settimana appena trascorso ha visto i militari della guardia costiera della capitaneria di porto jonica, al comando del capitano di fregata Giovanni Scattola, impegnati non solo nelle operazioni di soccorso rese necessarie dall’i provvisa libecciata di sabato, per cui tra i litorali di Porto Cesareo, Gallipoli ed Ugento sono stati salvati una quindicina di bagnanti e soccorse una quarantina di imbarcazioni da diporto.     In precedenza, infatti, a circa 500 metri dalla costa ad ovest di Capo Santa Maria di Leuca, i militari dell’ufficio locale marittimo, a bordo del motovedetta CP 886, avevano prestato assistenza ad un’unità a vela con motore in avaria, previo trasbordo del comandante dell’imbarcazione, infortunato ad una mano, velocemente sbarcato per le cure del caso.    Importante per l’attenzione da richiamare al rispetto delle norme vigenti per la sicurezza dei bagnanti e della navigazione, quanto verificatosi a Porto Cesareo: i militari dell’ufficio locale marittimo hanno elevato, in un solo pomeriggio, ben 4 verbali a carico di altrettanti incauti diportisti, di cui: uno per eccesso di velocità ad un’imbarcazione che navigava a più di tre nodi sulle rotte d’ing resso-uscita del porto; due ad unità in navigazione nella zona di mare riservata alla balneazione; infine, ad un’unità per ormeggio all’interno del «corridoio di lancio» destinato esclusivamente al transito a lento moto dei natanti per l’uscita in mare ovvero per l’atterraggio. Repressioni che l’autorità marittima non esita a definire «di contrasto alla nautica da diporto incosciente».  
 
 
  
  
    
 
 

Pubblicato il 20/07/2009


Condividi: