San Gregorio (Patù) - Recinzione a due passi dal mare

Scontro Comune - Ambientalisti

San Gregorio (Patù) -  Spunta una recinzione a due passi dal mare è scontro Comune-ambientalisti 


SAN GREGORIO (PATU’). Gli ambientalisti protestano per un’area recintata sulla costa ma per il Comune l’ok ai paletti è stato dato dalla soprintendenza. A protestare contro l’installazione di paletti in legno accanto a uno stabilimento balneare è l’ambientalista Michele Brigante, che tuona contro quella che definisce un’appropriazione indebita di suolo demaniale, sottratto alla pubblica balneazione. Il terreno si trova a pochi metri dal mare tra San Gregorio e Felloniche.    «Si tratta di seimila metri quadrati di costa in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico oltre che di notevole interesse archeologico - stigmatizza Brigante - su una zona piena di criticità poco distante dall’antico porto messapico. Il Comune continua a non tenere in considerazione le indicazioni della soprintendenza e della Regione. Auspico che vengano attivate tutte le azioni per tutelare la memoria storica del luogo e che i bagnanti possano fruire liberamente della costa».  Dal Comune replica il capogruppo di maggioranza, Stefano Cagnazzo. «L’autorizzazione alla recinzione è stata rilasciata dalla soprintendenza - spiega - dopo la richiesta del privato di ripristinare il confine di una vecchia particella. Quel terreno non è demaniale ma privato e in precedenza esisteva un piccolo muretto a secco ormai diroccato. L’ente di tutela ha ritenuto non concedere l’autorizzazione al ripristino del muro ma solo la perimetrazione in legno. Il Comune ha agito su queste indicazioni».   

mauro ciardo 
 
 
 

Pubblicato il 27/05/2010


Condividi: