San Gregorio - I russi alla scoperta del Salento

Visita di Tour operator e giornalisti

S. GREGORIO -  VISITA DI TOUR OPERATOR E GIORNALISTI
  Turismo, i russi alla scoperta dei tesori di Puglia
 


SAN GREGORIO (PATU’). Operatori dell’informazione e tour operator dalla Russia per scoprire il Salento e promuoverlo in patria. Si è svolta ieri sera nell’hotel Montecallini la presentazione dell’iniziativa «Il turismo russo nel Capo di Leuca», organizzata dal consorzio Salento club e Itgest. Nel corso della serata è stato illustrato il programma di appuntamenti che coinvolgeranno 50 tra giornalisti e tour operator russi, che da oggi visiteranno la Puglia in lungo e in largo armati di telecamere, microfoni e agende. Alla conferenza di ieri hanno partecipato l’assessore provinciale al turismo e al marketing territoriale, Francesco Pacella, il commissario dell’Apt di Lecce, Stefania Mandurino, il coordinatore regionale delle Apt di Puglia, Franco Chiarello, e il presidente del Consorzio Salento club, Cosimo Capece. I 50 «inviati speciali» registreranno un servizio per un importante network russo, seguendo due itinerari differenti, alla scoperta delle peculiarità delle località salentine, dei suggestivi centri storici della nostra regione e dei beni culturali. Ma non solo. Saranno invitati ad   assaporare e toccare con mano gastronomia locale e artigianato   di qualità, passeggiando attraverso i percorsi naturali facilmente accessibili a qualsiasi tipo di turismo. Il consorzio corsanese in questo campo ha fatto un po’ da apripista e ieri ha espresso la sua soddisfazione per la presenza in Italia dei colleghi russi. Salento Club, infatti, da due anni è presente sul mercato russo e opera nel campo turistico con la specializzazione nella gestione di complessi turistici, villaggi, case vacanza, hotel e altre tipologie ricettive. L’occasione del network darà la possibilità ai salentini di farsi conoscere in un territorio che conta una popolazione di quasi 143 milioni   di abitanti, milioni di potenziali vacanzieri.

mauro ciardo
 

Pubblicato il 05/10/2010


Condividi: