Salento - Turismo e promozione

Ai campeggiatori rimborso del pedaggio autostradale

«Vieni a campeggiare nel Salento ti rimborsiamo l'autostrada» 
 
 
 Rimborso del pedaggio autostradale ai campeggiatori in vacanza nel Salento. I campeggi associati a Faita feder camping della Confcommercio di Lecce, hanno deciso di promuovere l’iniziativa del rimborso del pedaggio autostradale nelle fiere turistiche di Monaco di Baviera, Ferrara, Novegro, Padova, Torino, Vicenza, Verona, Modena e Bolzano. Ai visitatori delle manifestazioni fieristiche saranno distribuite cartine stradali in cui verranno evidenziate le strutture associate. Le mappe consegnate da Faita conterranno uno speciale coupon che darà diritto, al turista che sceglierà di raggiungere il Salento e soggiornerà almeno dieci giorni in uno dei campeggi associati, al rimborso del pedaggio autostradale di sola andata. Dopo gli appuntamenti della Bit di Milano (dal 18 al 21 febbraio scorsi), della fiera “Italia vacanze” di Novegro (6, 7 e 8 marzo), di Monaco di Baviera (chiusa il 2 marzo) e la fiera delle vacanze e del tempo libero di Padova (che si è svolta l’altra settimana), i gestori dei campeggi sono pronti a sbarcare al “Vacanze weekend” di Torino, in programma dal 21 al 22 marzo prossimi, al “Tempolibero gitando”, dal 26 al 29 marzo a Vicenza, alla campionaria di Verona, che aprirà gli stand il 18 aprile, al “Tempo libero” di Bolzano, dove dal 30 aprile al 3 maggio prossimi saranno promosse le iniziative legate a hobby e vacanze, e alla fiera di Modena, in calendario anche questa tra la fine di aprile e i primi giorni di maggio.

All’iniziativa hanno aderito dieci delle ventotto strutture presenti nel Salento. Quella dei campeggi è una realtà fortemente radicata da noi, in grado di offrire una scelta variegata per soddisfare tutti i gusti dei vacanzieri. Si va dai campeggi in riva al mare a quelli nell’entroterra, da quelli siti nei pressi di monumenti storici a quelli completamente immersi nel verde. Qualcuno ha come sfondo un panorama ricco di uliveti, altri lunghe distese di dune sabbiose. La loro presenza è distribuita omogeneamente su tutto il territorio provinciale. Sedici campeggi si trovano nelle località della costa adriatica, undici in quelli della costa jonica e uno nell’interno (a Monteroni di Lecce). Tra i comuni che vantano il maggior numero di strutture ci sono Otranto (che detiene il primato con sei aree attrezzate), seguono Lecce, Tricase, Gallipoli e Salve (tre a testa distribuite nelle marine di competenza di Torre Rinalda, Torre Chianca, Villa Convento, Marina Serra, Pescoluse, Torre Pali, Lido Marini, Torre Sabea e Rivabella). Chiudono infine Santa Cesarea Terme e Porto Cesareo (due campeggi a testa) e Melendugno, Gagliano del Capo, Nardò, Ugento e Castrignano del Capo (uno per località).

Ma qual è il loro peso nel mondo della ricettività salentina? Stando ai dati forniti da Faita i campeggi assorbono tra il 25 e il 30 per cento delle presenze turistiche. I clienti sono soprattutto italiani, provenienti nell’ordine da Lombardia, Piemonte, Veneto e Lazio. Tra i forestieri a dominare sono i tedeschi, che rappresentano quasi l’80 per cento degli ospiti provenienti da oltreconfine, mentre il restante 20 per cento è diviso tra austriaci, svizzeri e olandesi. Quasi assenti i francesi. I periodi di maggiore afflusso si concentrano nelle settimane a cavallo di Ferragosto, ma nelle intenzioni dei soci di Faita c'è quella di destagionalizzare le presenze. L’iniziativa promossa in questi giorni vanta il patrocinio della Provincia di Lecce, dell’Azienda di promozione turistica, della Confcommercio e dei marchi “Italia” e “Puglia per tutte le stagioni”.
 

fonte: gazzetta del mezzogiorno - mauro ciardo

Pubblicato il 20/03/2009


Condividi: