Salento - Tavolo tecnico sulla S.S. 275

Dai consiglieri Pd chiesto l'impegno del presidente della Provincia

 «Subito un tavolo tecnico sulla 275»
  I consiglieri provinciali del Pd chiedono l’impegno del presidente Gabellone  
   Richiesto il confronto tra Provincia, Regione, Anas e soggetti interessati all’opera 


Salento -  «Subito un tavolo tecnico per per verificare, ed ottenere, le modifiche al progetto della statale 275 finanziato dal Cipe».   La richiesta, tesa ad evitare quello che viene definito «un intervento devastante del territorio del Capo di Leuca», è rivolta al presidente della Provincia Antonio Gabellone, dai consiglieri del Pd Cosimo Durante, Alfonso Rampino, Gabriele Caputo e Sergio Blasi. Il gruppo consiliare, in un ordine del giorno presentato ieri mattina, prende atto dell’allarme suscitato tra le popolazioni del Capo di Leuca dai lavori di adeguamento della strada statale 275, una vicenda che proprio in questi giorni la «Gazzetta» ha posto all’attenzione dell’opinione pubblica soprattutto per via di alcune opere previste nel tratto finale, tra cui un un viadotto di 500 metri (con 26 piloni), un alto terrapieno tra le periferie di salignano e Gagliano ed un’ampia rotatoria di 1,5 chilometri coincidenti con il promontorio del Capo. 
I consiglieri del Pd ricordano come in proposito, nei giorni scorsi, si è svolta nel municipio di Gagliano un’affollata assemblea di cittadini, amministratori comunali, associazioni economiche ed ambientaliste. Un incontro al quale hanno partecipato anche l’as - sessore provinciale Silvano Macculi e la vicepresidente della Regione Loredana Capone , e nel quale si è potuto verificare «quanto giusta fosse la richiesta delle popolazioni, per dare luogo a tutti quegli atti necessari per evitare lo scempio di quel territorio e di quel paesaggio unico». I consiglieri osservano poi come «il progetto finanziato dal Cipe, nell’ultimo tratto della strada, comprometterebbe in modo irreversibile, con gravissimo danno sull’economia turistica e su quella più in generale, un territorio tra i più belli della Puglia». Inoltre, ricordano che in seguito alle richieste dei partecipanti all’incontro, l’assessore Macculi, a nome del presidente della Provincia, ha garantito che sarebbe stato convocato con urgenza un tavolo tecnico con Provincia, Regione, Anas e con gli altri soggetti coinvolti nella realizzazione dell’arteria stradale nel suo tratto finale, un incontro teso a trovare una soluzione condivisa e alternativa all’attuale progetto, oggetto di gara d’appalto. Alla luce di questo, i consiglieri chiedono l’impegno del presidente Gabellone «ad adoperarsi urgentemente per la convocazione del tavolo tecnico». Allo stesso tempo, tuttavia, osservano che «gli interventi necessari per la salvaguardia di quel territorio» non devono essere «di ostacolo né di ritardo ai lavori di tutta l’altra tratta, che vanno urgentemente avviati». Infine, sollecitano Gabellone a richiedere ai rappresentanti salentini del Governo nazionale «di adoperarsi nei confronti dell’Anas e del Cipe affinché siano accolte le istanze delle popolazioni del Capo di Leuca».

fonte: gazzetta del mezzogiorno

Pubblicato il 26/02/2010


Condividi:

Articoli correlati