Salento - S.S. 275

Intervento del presidente della Provincia, Gabellone

 S.S. 275 - INTERVIENE IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, ANTONIO GABELLONE
  «L’Anas terrà conto delle riserve dei sindaci» 


       
Salento -  «Se la Regione vuole bloccare veramente l’opera tolga il cofinanziamento». Il presidente della Provincia, Antonio Gabellone definisce «strumentale» la posizione assunta dal vicepresidente della Regione, Loredana Capone.   
«La posizione espressa dalla vice presidente della giunta regionale appare contraddittoria», commenta Gabellone, «basterebbe infatti che la Regione revocasse paradossalmente il finanziamento, se la sua volontà reale fosse quella di bloccare la realizzazione dell'opera. In realtà, lo stesso ente di viale Capruzzi ha approvato quel progetto, chiedendo modifiche e integrazioni che sono state recepite puntualmente dall'Anas e inserite nel progetto finale del raddoppio della Maglie-Leuca, con l'aggiunta anche di ulteriori costi coperti dal finanziamento».  Giovedì scorso in Provincia si è tenuto un tavolo tecnico con sindaci e Anas per discutere sull’ultimo tratto dell’opera. «La riunione», sottolinea il presidente di palazzo dei Celestini, «ha evidenziato la   chiara volontà quasi unanime dei sindaci alla realizzazione di quest'importante arteria, strategica per il Salento e soprattutto per la provincia più a Sud. Le preoccupazioni e le riserve avanzate nell'incontro da parte dei sindaci hanno   trovato modo di essere tenute nella massima considerazione dall’Anas, che si è impegnata a incontrarli nuovamente nel momento in cui sarà individuata l'impresa che andrà a realizzare i lavori, quando si passerà dal progetto definitivo a quello esecutivo, per recepire tutti gli ulteriori suggerimenti volti a ridurre qualsiasi fenomeno di impatto ambientale. È sotto gli occhi di tutti», conclude, «come la Giunta Vendola abbia gestito con enorme ritardo i finanziamenti per la realizzazione dell'opera, già assegnati dal governo Fitto nel 2004».

mauro ciardo

Pubblicato il 07/03/2010


Condividi: