Salento - Rifiuti e Turismo

Vertice in prefettura per la discarica di Ugento

L’Apt: «Basta rifiuti, il turismo muore»
In prefettura l’atteso vertice sulla chiusura della discarica Burgesi di Ugento. Mandurino: a rischio i nostri sforzi

LECCE — «Avere i cumuli dei rifiuti accanto agli alberghi vanifica tutti gli sforzi fatti da­gli operatori turistici per fare decollare il Salento. Io confido nella sensibilità delle istituzio­ni affinchè il nostro territorio non sia danneggiato da un’emergenza, quella dei rifiu­ti, che potrebbe essere deva­stante come lo è stata per Na­poli. E a Napoli, nonostante la spazzatura non ci sia più nelle strade da mesi, i contraccolpi per l’immagine turistica sono ancora evidenti». Il messaggio di Stefania Mandurino, com­missaria provinciale dell’Apt (Azienda di promozione turi­stica), è chiaro: «Tuteliamo il Salento».

Domani (oggi venerdì, ndr) c’è il vertice in pre­fettura sul futu­ro di Ugento. Cosa si aspet­ta?
«Io sono preoccupa­ta perchè le immagini della spazza­tura per stra­da a Gallipo­li nei giorni scorsi hanno già provocato molti danni. Tanti imprenditori mi han­no chiesto interventi, diversi turisti hanno minaccia­to di annullare le prenotazio­ni. Un’altra emergenza simile in estate sarebbe davvero rovi­nosa».

E allora?
«Sono certa che Regione e Provincia troveranno la solu­zione adeguata anche a lungo termine e non credo che condi­zionerà il vertice il diverso co­lore politico tra i due enti».

Il Pdl con Antonio Gabello­ne ha denunciato, anche con spot televisivi, che la respon­sabilità dell’emergenza dei ri­fiuti in Salento sia del centro­sinistra.
«La campagna elettorale è fi­nita, mi auguro che la situazio­ne possa normalizzarsi perchè il turismo è un settore forte dell’economia salentina. E gli ultimi successi sono eloquen­ti».

A cosa si riferisce?
«Il 2009 sta andando bene, nel 2008 i flussi per gli arrivi sono aumentati del 9,6 per cento e le presenza del 6,5 per cento. Secondo la Doxa il Sa­lento tira per le belle spiagge ed i prezzi buoni. Secondo la Confesercenti, dopo la Tosca­na, a livello nazionale la Puglia è la seconda regione per appe­al turistico. Voglio ricordare che nel Salento sono tanti i vip che stanno mostrando interes­se a comprare case, masserie ed alberghi. Molti stanno sce­gliendo il Salento invece che la Sardegna e la Toscana. E poi grandi catene albeghieri, co­me l’Hilton, apriranno ad otto­bre strutture ricettive a Lecce ed Acaya. Vogliamo vanificare tutto questo con la spazzatura per strada?».

fonte: corriere del mezzogiorno - lecce; a firma di Salvatore Avitabile

 

Pubblicato il 26/06/2009


Condividi: