Salento - Mare e meduse

Lega Pesca suggerisce dieci regole di primo soccorso

 
 
Più meduse nei mari: ecco che cosa fare in caso di contatto 

 


Salento - Non è affatto piacevole essere toccati da una medusa. Per questo motivo, Lega Pesca suggerisce dieci regole di primo soccorso da seguire se si è entrati in contatto con questo tipo di animale, sempre più frequente nei nostri mari.

1) Evitare di strofinarsi occhi e bocca;

 2) Non lavare la parte con acqua dolce perché favorisce la produzione di neurotossine, capaci di causare danni a livello del sistema nervoso centrale;

3) Non utilizzare acqua fredda o ghiaccio;

4) Sfuggire alla tentazione di grattarsi, in quanto ciò stimolerebbe l'attività muscolare, mettendo in circolo più velocemente la sostanza tossica;

5) Lavare la parte colpita con acqua di mare e disinfettarla con bicarbonato;

6) Evitare l'utilizzo, secondo quanto consigliato dalle "credenze popolari", di impacchi con aceto o ammoniaca, perché sulla loro efficacia la medicina moderna ha avanzato numerosi dubbi;

7) E' sconsigliato anche l'uso di alcool che può stimolare l'apertura dei nematocisti, le cellule urticanti delle meduse;

8) Prima di utilizzare creme o pomate chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista;

9) Evitare di rimuovere frammenti dei tentacoli con pinzette, utilizzare, invece, le mani, per evitare di lacerare i tessuti e causare la fuoriuscita di tossine dannose;

10) Se presi dalla disperazione, come rimedio estremo, usare pomate antistaminiche o cortisoniche, ma sempre sotto il controllo di un medico.
 
 

Pubblicato il 07/08/2009


Condividi: