Salento - La Provincia dice no al nucleare

Gabellone scrive al Capo del Governo

Salento - “No al Nucleare”: Gabellone scrive a Berlusconi
 

Salento - In una lettera indirizzata al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed al Ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio Scajola, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, è tornato a ribadire il “no della Provincia di Lecce all’ipotesi di un qualsivoglia insediamento nucleare nel territorio salentino e pugliese. La Provincia”, scrive Gabellone, “con deliberazione del Consiglio Provinciale del 27/11/09, ha approvato una mozione per manifestare la propria contrarietà all’eventuale insediamento di un sito nucleare sul nostro territorio. Tale posizione”, spiega il Presidente della Provincia, “trova la sua giustificazione nella storica vocazione turistica e agricola del territorio, che verrebbe gravemente compromessa da una centrale o da un sito di stoccaggio di scorie nucleari, con pregiudizio per la già fragile economia derivante dall’agricoltura di qualità e dalla filiera agroalimentare dei prodotti mediterranei. A questo si aggiunga”, conclude Gabellone, “l’impegno che il nostro territorio ha profuso nella sperimentazione e implementazione delle energie alternative derivanti da fonti rinnovabili, arrivando a produrre ben oltre il fabbisogno energetico e dunque esportando oltre l’80% della propria produzione, rifornendo in questo modo l’intero Paese”.
 

Pubblicato il 18/01/2010


Condividi: