Salento - IMPRES(S)E in BICICLETTA

Domenica 22 maggio 2011 - Itinerario lento tra abazie e antiche masserie

In Movimento Lento sulla VIA FRANCIGENA tra abbazie e antiche masserie

Un itinerario lento sulla Via Francigena tra abbazie e antiche masserie fortificate.
IMPRES(S)E in BICILETTA!
domenica 22 maggio

 


Salento - I luoghi di un pellegrinaggio ben custoditi dai più antichi alberi di ulivo del Salento, da Lecce a Casalabate passando per S. M. D’Aurio e Cerrate. Alberi che a volte sembrano danzare, altre vorticosamente ruotare uno intorno all'altro, altre ancora piegarsi fino a raggiunger quasi il suolo e offrire un piccolo ricovero al Pellegrino. Proprio qui sul percorso di Bicitalia n.6 via Adriatica i Cicloamici Lecce cercheranno le tracce della Via Francigena che mescola natura devozione e storia.
La Via Francigena, anticamente chiamata Via Francesca o Romea è parte di un fascio di vie che conduceva alle tre principali mete religiose cristiane dell'epoca medievale: Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. Il percorso di un pellegrinaggio che il vescovo Sigerico nel X sec. fece da Canterbury per giungere a Roma rappresenta una delle testimonianze più significative di questa rete di vie di comunicazione europea in epoca medioevale, ma non esaurisce le molteplici alternative che giunsero a definire una fitta ragnatela di collegamenti che il pellegrino percorreva a seconda della stagione, della situazione politica dei territori attraversati, delle credenze religiose legate alle reliquie dei santi. La via Traiana già in epoca longobarda era parte della Via Francigena, che toccava numerosi centri religiosi longobardi e in particolare era percorsa dai pellegrini diretti al santuario di san Michele Arcangelo di Monte Sant'Angelo sul Gargano. Durante le crociate la via fu percorsa da eserciti e fedeli in viaggio verso la Terra Santa e per tutto il medioevo fece parte del sistema delle grandi vie di pellegrinaggio. I Cavalieri Templari e Gerosolimitani edificarono lungo il suo percorso alberghi ed ospizi per i viandanti e i cavalieri di Malta assicuravano la sicurezza del cammino fino ai porti di Brindisi e Otranto.
Queste le narrazioni storiche che faranno da guida per i passi della TRIBU' DI CICLOPELLEGRINI. In collaborazione con OIKOS Puglia in Movimento Lento è stata creata una TRIBU' che filmerà i momenti più significativi del pellegrinaggio, rivisti dai Ciclopellegrini Il percorso odierno nasce con l’intento di unire i tragitti più suggestivi nella terra di confine tra la provincia di lecce e Brindisi, utilizzando in parte collegamenti ciclabili che saranno ben segnalati sul territorio tra gli itinerari di Bicitalia n°. 6 via Adriatica. http://www.bicitalia.org/

Una goccia patria nel mare della rete europea di Eurovelo. www.eurovelo.org/

Impres(S)i nella memoria.


Raduno e Partenza da Lecce: P.zza S. Oronzo sotto la colonna ore 09.00;


Rientro: nel tardo pomeriggio;


Percorso: 40 Km ca, il percorso proposto si svolge su strade tranquille e secondarie, alcune delle quali, appena asfaltate e sterrate che collegano in sicurezza i posti da visitare;
Difficoltà: medio/bassa misto asfalto e sterrato, consigliate City e Mtb;

Quota di iscrizione: 5 €uro a fini assicurativi (per non soci);
Dotazioni: acqua, pranzo a sacco, slip,  dotazioni standard per combattere eventuali forature e freddo/pioggia, caschetto protettivo, luci efficienti, gilet ad alta visibilità;

Info & Capogita: Enrico Melissano, e-mail
chatwin131166@gmail.com cell. 329 3425253.

In caso di condizioni meteo particolarmente avverse l’escursione sarà annullata.

 

 
 

__________________________
Baci&Bici dai Cicloamici
Giusi Urso
Addetto Stampa
FIAB Cicloamici Lecce O.d.V.
fuffa999@gmail.com
cell. 3288762092
www.cicloamicilecce.org  
Fatti Contaminare dalla Voglia di Pedalare!
http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=153474100704
"... quando vedrete passare un ciclista trasognato, non fidatevi del suo aspetto inoffensivo e bonario: sta preparando la conquista del mondo."  Didier Tronchet

 

Pubblicato il 19/05/2011


Condividi: