Salento - Alla scoperta di Finibus Terrae

Trekking e passeggiate per il fine settimana

Alla scoperta di Finibus Terrae
Trekking e passeggiate nel Salento
 

Salento - Tra il blu del mare e l’azzurro del cielo, tra la grotta Porcinara e la grotta del Diavolo, tra scogliere a picco e profumi di macchia mediterranea, fichi d’Italia e muretti a secco, sorge Santa Maria di Leuca (Le), dal 1864 custodita dal maestoso ed imponente faro. Santa Maria di Leuca, estremo lembo d’Italia, lì dove fece tappa anche San Pietro in viaggio per Roma, lì dove sorge il santuario della Madonna de Finibus Terrae e la famosa cascata monumentale. E proprio Leuca sarà la meta scelta per due differenti escursioni in programma per questo fine settimana.

L’associazione Arneotrek ha organizzato per domenica l’itinerario storico-culturale tra bellezze naturalistiche non indifferenti, patrimonio storico, artistico, paesaggistico e monumentale legato alla civiltà Messapica di Santa Maria di Leuca, le cui testimonianze sono disseminate un po’ ovunque, sia nel centro abitato che in campagna. Si partirà dal complesso storico-monumentale di Leuca Piccola, la chiesetta denominata Chiesa di S. Maria di Leuca del Belvedere, situata alla periferia di Barbarano, dove sostavano i pellegrini diretti al celebre Santuario di S.Maria di Leuca “De finibus terrae”. Subito dopo si visiterà tutto il territorio limitrofe della zona (Patù, Giuliano, Vereto). La parte naturalistica di questo trekking è rappresentato dalla Serra e dalle Vore di Barbarano, che sono due cavità che si aprono nelle calcareniti (tufi), distanti una dall’altra circa 300 metri ed aventi una profondità di 35 metri la grande e 25 la piccola. Il programma prevede il ritrovo dei partecipanti presso il piazzale della Chiesa di S.Maria di Leuca del Belvedere a Barbarano alle 9, con partenza alle 9.30. Fine escursione alle 17. Da portare con sé: scarpe da trekking, abbigliamento tecnico, zainetto contenente (acqua, colazione al sacco, kit di primo soccorso una torcia) e macchina fotografica. Per info contattare Roberto al numero 329/3190420.

Sempre domenica ma con Speleotrekking Salento si andrà alla riscoperta degliangoli più nascosti ed affascinanti di Leuca, grazie all’escursione denominata “Matonna te le Mureddhe”. Partenza alle 9 dal Catasto di Lecce, su viale Gallipoli, ed alle 10 dal Bar Chat in Piazza S.Michele a Castrignano del Capo. Oltre 12 km di un itinerario suggestivo tra una bellissima cornice carsica con scorci paesaggistici, canaloni fluviali, forti saliscendi tra colline aggettanti sul mare Jonio. Tracciato quasi completamente, articolato su piccole vie asfaltate. Doverosa sosta alla minuscola chiesetta dalla quale prende il titolo l’escursione e i passaggi rurali caratterizzati da testimonianze, per fortuna ancora esistenti della nostra cultura ed architettura contadina.

Il calendario trekking che Avanguardie propone per questa stagione, invece, è un viaggio avventuroso tra aree protette e luoghi di grande bellezza, dove il profumo di macchia si intreccia alla salsedine e dove grande è il piacere di camminare con andamento lento. Abbiamo scelto le aree protette dopo aver percorso le “terre alte” e le “vie dolci dell’acqua”, dopo aver ascoltato “storie” e la “voce delle pietre”, dopo aver incontrato “gentes” «perché abbiamo ancora voglia di camminare, di calpestare erba e sassi di una terra che non finirà mai di stupirci». Il prossimo appuntamento domenica al parco naturale regionale “Costa Otranto – S.Maria di Leuca e bosco di Tricase”. Per i dettagli: info@avanguardie.net, 349/3788738.

 

Pubblicato il 27/11/2010


Condividi: