Salento - 4^ giornata GPace dei Giovani per la Pace

Lecce - 16 aprile - Piazza S. Oronzo

 

In piazza Sant’Oronzo dj-set, musicisti, dance hall, writers, rappers & hip-hoppers

Si svolgerà il 16 aprile a Lecce la

4° Giornata GPace dei Giovani per la Pace

Parleranno al mondo attraverso il loro linguaggio ed il loro modo di “fare arte”,

comunicheranno la voglia, l’energia e la convinzione che “PACE SI PUO’!”

   

Tema di quest’anno:

la provocazione antirazzista del “Nascismo”

e l’Unità d’Italia

 

 

Prenderà il via alle ore 9 e proseguirà per tutta la giornata sino alle 19 di sabato 16 aprile nella centralissima piazza Sant’Oronzo di Lecce la Giornata dei Giovani per la Pace …e per l’Unità. Nella successione di eventi, questa quarta Giornata giunge dopo quella del 23 maggio 2009, in cui migliaia di giovani hanno realizzato la gigantesca Stella Umana di Pace, dopo quella del 14 novembre 2009 in cui è stata cucita la più Grande Bandiera della Pace del mondo e dopo quella dell’8 maggio 2010 in cui i ragazi hanno inscenato la protesta dei Poster Viventi contro l’abuso dei giovani come soldati.

 

A giudicare dalla grafica e dal programma in scaletta per questa quarta giornata, i ragazzi del gruppo “GPace – Giovani per la Pace” (www.gpace.net) hanno progettato una manifestazione che sarà ancora una volta un vero e proprio spaccato della loro realtà, fatta su misura per loro e per ciò cha amano di più. L’idea è quella di riunire in un unico luogo tante espressioni di creatività ed energia che, attraverso i linguaggi, i simboli e l’arte del loro tempo, urlino alla città, al territorio, al Paese e al mondo intero la loro grande convinzione che un pianeta senza guerre sia assolutamente possibile, oltre che dannatamente necessario.

 

Da dove nasce questa convinzione? Da un semplice dato di fatto, e cioè dalla constatazione che oggiAggiungi un appuntamento per oggi, all’attuale generazione di giovani sembrerebbe a dir poco assurda ed impensabile l’idea di un conflitto contro i loro amici francesi, inglesi o americani, eppure per i loro nonni questa idea non è stata affatto assurda, l’hanno vissuta sulla loro pelle. Quindi sono bastati, in occidente, una trentina di anni per trasformare una realtà di guerra spietata in una sensazione di pace consolidata. E come è avvenuto qui da noi, così è possibile che avvenga anche in Africa, in Medio Oriente ed in tutte le aree che oggiAggiungi un appuntamento per oggi sono in conflitto, con una sola differenza, che oggiAggiungi un appuntamento per oggi può e deve avvenire più in fretta.

 

Ed è proprio questo il messaggio che i ragazzi vogliono lanciare riempiendo la piazza di suoni, colori, balli e movimenti il prossimo 8 maggio. Ci saranno dj-set con i più quotati vocalist e “maestri” della console (come Maurizio Macrì, Marco Guacci, Paolo Foresio, Max Del Buono, …) che pomperanno musica e creeranno la colonna sonora ideale di base per tutte le altre attività, ci saranno i writers, ossia gli artisti della bomboletta dell’Associazione “Officina Mentis” che realizzeranno in tempo reale dei pannelli coloratissimi in tema di pace e integrazione, ci saranno i rappers con brani propri e cover che con rime sincopate si esibiranno per i tantissimi amanti del genere, ci saranno i mitici breakers, gli amanti della break dance che a turno eseguiranno le loro mille acrobazie a suon di musica. Infine ci saranno i giovani, loro, i veri protagonisti, che parteciperanno all’iniziativa anche con un’arte propria, ossia indosseranno t-shirt con slogan e decorazioni realizzati da se stessi.

 

 

Tema di quest’anno è questa originale e ingegnosa provocazione contro il razzismo:


 Siamo stufi della discriminazione per “razza”!

E’ ora di cambiare!

Ora le persone non vanno più discriminate

per il “luogo” di nascita ma per la “data”:

E’ giunto il tempo del NASCISMO!

Dopo millenni della solita solfa, del solito “razzismo” (ebrei, neri, extracomunitari),

in un’era moderna serve un cambiamento, una svolta.

«Dimmi quando sei nato e ti dirò quanto vali»

 

Non ne possiamo più di discriminare le persone in base alla “razza” (ebrei, neri, musi gialli, extracomunitari, etc.). Sono millenni che va avanti questa storia, questa solita solfa, ci siamo letteralmente rotte le scatole! Serve un cambiamento radicale, in un’era moderna come la nostra, in cui tutto cambia velocemente, tutto evolve, tutto si trasforma, è assolutamente inconcepibile che sia ancora praticata questa forma di discriminazione vecchia, vista e rivista, trita e ritrita.

 

Ed è per questo motivo che annunciamo l’inizio di una nuovissima forma di discriminazione, che vede la luce oggiAggiungi un appuntamento per oggi ma che stravolgerà l’odio e l’intolleranza nel mondo intero per i secoli a venire.

E’ L’ORA DEL “NASCISMO”!

 

Il “Nascismo” discrimina le persone in base all’ora, al giorno, alla settimana, al mese e all’anno di nascita. E’ nuovo, è più divertente del “razzismo” ed è globale, riesce a mettere davvero tutti contro tutti, genitori contro figli, fratelli contro fratelli, amici contro amici.

Ci sarà la lotta di chi è nato nei giorni dispari contro chi è nato nei giorni pari, il disprezzo totale per chi è nato negli anni bisestili, il divieto di ingresso nei locali pubblici per chi è nato nel mese più bastardo di tutti, la persecuzione di tutti coloro che sono nati di lunedì e di quelli nati di notte, “vergini” contro “pesci”, “cancri” contro “acquari”, …e non parliamo poi della bruttissima fine che faranno tutti i nati il 29 febbraio!!!

 

Stiamo per cambiare la storia dell’umanità, stiamo dando vita ad una nuova rivoluzione globale e planetaria: nasceranno nuovi siti e portali sul web, nuovi profili, gruppi e pagine su Facebook e su tutti i maggiori social network, nasceranno associazioni e gruppi di squadristi, saranno aperte nuove sedi in ogni città e potranno essere così obiettivi di nuovi attentati, scritte su tutti i muri, locandine e manifesti selvaggi ovunque, insomma, ci sarà da divertirsi un mondo!

 

Il “razzismo” è obsoleto – il “nascismo” è totalmente nuovo

Il “razzismo” è un movimento verticale – il “nascismo” è trasversale, a macchia di leopardo

Il “razzismo” non coinvolge tutti i popoli – il “nascismo” è in ogni famiglia, città, nazione, continente

Il “razzismo” annoia – Il “nascismo” stimola e diverte

 

 


Foto in alta risoluzione a richiesta.

 

Alcuni riferimenti utili:

Sito GPace: www.gpace.net

Immagini della 1° Giornata: www.gpace.net/gpace2305.html

Immagini della 2° Giornata (Bandiera della Pace): www.gpace.net/gpace1411.html

Campagna “More Fun No More War”: www.gpace.net/nomorewar.html

Immagini della 3° Giornata: www.gpace.net/gpace0805.html  

 


I ragazzi di:

GPace - Giovani per la Pace

Tel. 0832.306014 – Fax: 0832.303935

 

 

Pubblicato il 04/04/2011


Condividi: