Salento - 150° Unità d'Italia

Al via, nel Salento , le manifestazioni

La marcia tricolore - Il Salento in piazza


 
Salento - La marcia tricolore apre le celebrazioni per la festa dell’unità d’Italia. Il raduno è previsto a Porta Napoli, alle ore 17. Dallo storico Arco di trionfo partirà il corteo, preceduto dalla «Banda città di Surbo», che sunonerà per tutto il tragitto dei brani musicali dell’epoca. E’ prevista la partecipazioe del presidente della Provincia, Antonio Gabellone, del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, dei sindaci della provincia con i gonfaloni, delle associazioni combattentistiche con i labari, degli alunni di alcune scuole ed istituti di Lecce e dell’hinterland e di una rappresentanza delle Forze armate e delle Forze dell’ordine.

Il corteo si snoderà attraverso piazza Vittorio Aymone, via Palmieri, via Vittorio Emanuele, piazza Sant’Oronzo (dove si potrà vedere l’illuminazione tricolore di una facciata di piazza Sant’Oronzo), per poi proseguire per via Alvino, via di Biccari, via XXV Luglio, fino ad arrivare al Politeama Greco. Sul palco dello storico teatro leccese, dopo i saluti del sindaco Paolo Perrone e del presidente della Provincia Antonio Gabellone, è previsto l’intervento del ministro Raf faele Fitto.

La celebrazione per il «150° anniversario dell’unità d’Italia» sarà allietata dall’ascolto di famose opere musicali presentate dall’orchestra giovanile, dal coro di voci bianche e dal coro misto del conservatorio musicale Tito Schipa; ci sarà anche il coro de «I cantori di Ippocrate». L’attrice Carla Guidodarà quindi lettura di un importante componimento scritto da un nostro conterraneo, Gioacchino Stampacchia, che fu pubblicato sul giornale «Il cittadino leccese» l’8 giugno del 1861, dal titolo «L’inno del popolo».

Al via, dunque, le iniziative per i 150 anni dell’unità d’Italia. Numerose quelle messe in cantiere dal Comune. Sino al 23 marzo, alle Marcelline, è in corso un ciclo di incontri-dibattito su «Il Mezzogiorno nell’Italia unita»; giovedì 17 marzo sarà presente il giornalista Paolo Mieli, presidente di Rcs libri, il quale parlerà della letteratura del Risorgimento. Ogni giorno, poi, da oggi e sino al 17, a mezzogiorno, in piazza Sant’Oronzo verranno diffusi storici brani musicali dell’epoca e, dalle ore 18 alle 22, ci sarà una suggestiva illuminazione tricolore su una facciata di palazzo Carafa. In occasione della «notte tricolore», prevista mercoledì prossimo, dalle ore 20 alle 24 sarà consentito l’ingresso gratuito nel castello di Carlo V e nel teatro Paisiello. Giovedì, inoltre, sarà restituita alla città, completamente restaurata, nella piazzetta Santa Chiara, la statua equestre di Vittorio Emanuele II.

Anche la Provincia ha preparato una serie di iniziative. Presso la biblioteca provinciale «Bernardini» è già allestita da alcune settimane una mostra di giornali e pubblicazioni del periodo risorgimentale; in collaborazione con l’Archivio di Stato, invece, una mostra di documenti sugli aspetti legati al processo unitario. Anche sul fronte culturale la Provincia ha deciso di dare il proprio apporto alla celebrazione dei 150 anni dell’unità d’Italia. La Compagnia «Il teatro della Busacca», di Taviano, ha voluto offrire alla Provincia sette rappresentazioni, a titolo gratuito; gratis anche una serie di concerti-conferenze, su testi del periodo risorgimentale, previsti nell’ambito della rassegna «MusiCultura 2011». Anche l’Università della terza età di Maglie ha inserito tra le proprie iniziative una serie di concerti, da tenersi in sedi decentrate su temi legati al periodo risorgimentale.

fonte: gazzetta del mezzogiorno

Pubblicato il 14/03/2011


Condividi: