Natale 2009 - La Città dei Presepi

Coinvolti 29 comuni dal 25 dic. 2009 al 6 gennaio 2010

La «città dei presepi»  il Salento riscopre le antiche tradizioni 
  Potranno essere visitati, in 29 comuni, dal 25 dicembre al 6 gennaio 
 
 

Passano i secoli, cambiano stili, materiali e scenari storici, ma il fascino della tradizione dei presepi salentini resta immutato. Quest’anno, però, si arricchisce di nuovi stimoli con la «Città dei presepi», un vero e proprio circuito dell’arte presepiale ideato dal Comune di Lecce e che associa 29 comuni, associazioni culturali, con la collaborazione della Provincia e dell’Azienda di promozione turistica. 
Sono 29 i presepi, tra viventi e artistici, che si potranno visitare dal 25 dicembre al 6 gennaio in altrettanti comuni salentini:
tutti rappresentativi della tradizione popolare del luogo che rivive a proprio modo il mistero della Natività. Lecce, insieme al presepe artistico allestito nell’Anfiteatro romano con statue a misura d’uomo realizzate in cartapesta dagli artigiani locali (inaugurazione il 24 dicembre alle ore 18.30), propone: la mostra itinerante “Presepi dal mondo” (fino al 7 febbraio, nel castello Carlo V) realizzata dal Museo internazionale della Natività Betlemme; il museo per manente della cartapesta, sempre nelle sale del castello (inaugurazione domani, ingresso gratuito); presepi nel museo Faggiano (via Ascanio Grandi), con rappresentazioni di Natività in cartapesta, opere di Giuseppe e Antonio Malecore e di Antonio Calogiuri (fino al 6 gennaio, ingresso gratuito); infine, la XI Mostra del presepio nell’ex conservatorio di Sant’Anna e la chiesetta di sant’Elisabetta allestita dall’associazione Amici del presepio (dal 25 dicembre al 6 gennaio). E poi Alliste, Casarano, Castro, Cavallino, Corigliano, Cutrofiano, Diso, Galatina, Galatone, Gallipoli, Guagnano, Lequile, Lizzanello, Leveranno, Martano, Martignano, Monteroni, Novoli, Sanarica, San Donato di Lecce, San Simone (frazione di Sannicola), Santa Cesarea Terme, Sternatia, Strudà, Taurisano, Tricase, Vignacastrisi, Torrepaduli. Intorno a questo maxi-circuito, gli organizzatori hanno costruito una rete mirata di servizi, con itinerari culturali   volti a facilitare la visita e la conoscenza delle tradizioni salentine e, soprattutto, a renderle fruibili a un vasto pubblico.

Provincia e Apt di Lecce hanno predisposto 13 “vie dei presepi”, cioè collegamenti mirati attraverso un servizio di trasporto in bus, gratuito e con annessa guida, che permetterà di raggiungere i diversi comuni. 
  

Per informazioni sugli orari dei presepi e gli altri servizi,  www.cittadeipresepisalento.it  .

--------------------------------------------------------------------------------------

 Servizio di trasporto in bus gratuito

Prenotazione obbligatoria  - Previste tredici linee il trasporto in bus sarà gratuito 

Per visitare le 29 città dei presepi, Apt (Azienda di promozione turistica) di Lecce e amministrazione provinciale hanno predisposto un servizio di trasporto in bus gratuito, con 13 specifiche linee. In questo modo, sarà facile raggiungere le mete prescelte e godere degli eventi in calendario immergendosi nelle tradizioni dei diversi luoghi. I bus - con annessa guida - partiranno nel pomeriggio da Lecce, in viale Calasso (di fronte all’area ex Carlo Pranzo) per poi farvi rientro in serata. Un progetto, dunque, per venire incontro alle esigenze dei tanti turisti che invaderanno il Salento. La prenotazione è obbligatoria presso l’info point predisposto nelle sale del castello di Carlo V (valida fino a 15 minuti prima della partenza del pullman).

Ecco tutti gli itinerari. Linea 1: 25 dicembre, partenza alle 17 per Cutrofiano, poi Castro e rientro a Lecce alle 21.30; linea 2: 25 dicembre e 6 gennaio, partenza alle 16.30 per Galatone e Gallipoli, rientro alle 22; linea 3: 26 dicembre, partenza alle 15 per Galatina, San Donato e Lequile, rientro alle 21.30; linea 4: 26 dicembre, partenza alle 16 per Guagnano, Novoli e Leverano, rientro alle 22; linea 5: 27 dicembre, partenza alle 16.30 per Torre Paduli e Taurisano, rientro alle 22; linea 6: 27 dicembre e 6 gennaio, partenza alle 16 per Cavallino, Diso e Tricase, rientro alle 22; linea 7: 1 gennaio, partenza alle 16 per Martano e Casarano, rientro alle 21.30; linea 8: 1 gennaio, partenza alle 16 per Strudà, Martignano e Sternatia, rientro alle 22; linea 9: 2 gennaio, partenza alle 17 per Lizzanello e Corigliano, rientro alle 21.30; linea 10: 3 gennaio, partenza alle 16 per Santa Cesarea e Vignacastrisi, rientro alle 22; linea 11: 3 gennaio, partenza alle 17.30 per Monteroni e Leverano, rientro alle 22; linea 12: 3 gennaio, partenza alle 16 per Sanarica e Castro, rientro al   le 22; linea 13: 6 gennaio, partenza alle 16 per San Simone e Alliste, rientro alle 21.30. 
 
 
 

Pubblicato il 19/12/2009


Condividi: