Località Ciolo - Lavori ai bagni pubblici

Scontro Comune - commercianti

Località Ciolo - Lavori ai bagni pubblici.  I  servizi fuori uso a stagione iniziata - 

  scontro Comune-commercianti
  Un ristoratore: «Chiederò i danni». L’assessore: «Da che pulpito» 
  
    

GAGLIANO DEL CAPO -  I lavori ai bagni pubblici del Ciolo finiscono nel mirino degli operatori commerciali. L’aper tura di un cantiere per la riparazione di tubature destinate ai servizi comunali, accanto all’ufficio di informazione e accoglienza turistica, in questi giorni sta suscitando un vespaio di polemiche.  A puntare l’indice contro l’assessorato ai lavori pubblici, retto dal vicesindaco Antonio Ercolani, è il ristoratore Antonio Mauro, che preannuncia una denuncia nei confronti del Comune con la richiesta di risarcimento danni.  «Il Comune ha atteso l’avvio della stagione turistica per gli scavi nel piazzale pubblico – accusa Mauro – quando poteva benissimo farli nel corso dell’inverno, quando non ci sono turisti. L’anno scorso è successa la stessa cosa, con gli scavi aperti in piena estate per trovare un guasto. Questo modo di fare penalizza le attività – aggiunge – basta vedere il risultato degli incassi serali per capire quale situazione di gravità si è venuta a creare, anche in concomitanza con la chiusura della strada litoranea (il caso dei massi pericolanti. di cui riferiamo a parte, ndc). Qui – evidenzia il ristoratore – non si vede alcun amministratore capace di registrare i problemi della categoria. Con il mio avvocato – annuncia – preparerò una denuncia per chiedere il risarcimento dei danni». L’assessore chiamato in causa replica. «I lavori riguardano un contenzioso che il Comune ha con lo stesso ristoratore – precisa Ercolani – e dopo la nomina di un perito da parte del tribunale di Lecce, il Comune deve attenersi alle disposizioni impartite dal tecnico, scavando secondo i tempi da lui indicati e procedendo   alla sostituzione delle condotte dopo le prove di carico dei reflui che lo stesso perito valuta di volta in volta. Chi oggi protesta – sottolinea – non brilla certo per onestà riguardo alla manutenzione degli impianti, visto che ha ricevuto una multa per scarichi abusivi nel sottosuolo all’interno dello stesso locale». 

mauro ciardo  

Pubblicato il 13/06/2010


Condividi: