Leuca - S.S. 275

Il fronte del SI difende il progetto

 LEUCA -  IL «FRONTE DEL SÌ» DIFENDE IL PROGETTO
  «Nessun ecomostro la 275 è fondamentale» 


 LEUCA. «Partano da qui i lavori della 275, a cominciare dalla rotatoria che non “sbancherà” alcuna collina». Una schiera di operatori turistici e associazioni territoriali hanno dato vita a un fronte compatto a favore dei lavori di ammodernamento della Maglie-Leuca e ora insistono affinché il cantiere venga inaugurato a Leuca. «In realtà - evidenziano i responsabili dello Slot, il Sistema locale degli operatori turistici - quella che dovrebbe contenere 23 campi di calcio e devastare una collina con 500 metri di diametro, altro non è che un rondò a raso inscritto in un uno svincolo esistente tra l’attuale 275 e la statale 274. La popolazione del Capo di Leuca - aggiungono - non chiede solo le quattro corsie ma che i lavori partano proprio da qui. Dopo le elezioni - annunciano - inviteremo tuttia confrontarsi sul progetto reale, insieme ai tecnici degli ordini degli architetti e degli ingegneri e quelli dell’Anas. Dimostreremo per   ché il raddoppio è necessario per salvaguardare non solo la vita e la salute pubblica - concludono - ma anche l'ambiente ed il paesaggio». Sulla stessa linea la Pro loco di Leuca. «La rotatoria non devasterà alcuna collina ma il rondò sarà il frutto della rettifica dello svincolo esistente e avrà persino dimensioni più ridotte. Inoltre - precisano dal direttivo - non c'è l'ombra di colline e chiesette all'interno della rotatoria. Abbiamo sottoscritto una petizione - ricordano - a cui hanno aderito le maggiori aggregazioni operanti nei settori dello sport, della cultura e della promozione turistica del Capo di Leuca, esistenti da anni e prive di connotazioni politiche (tra queste non c’è la Pro loco di Corsano, com’era stato erroneamente comunicato in un primo tempo, ndc)». 
Infine una contestazione al ricorso della Regione contro la delibera del Cipe che finanzia il progetto. «Non è accettabile - sostengono dalla Confcommercio Capo di Leuca - che si rimetta in discussione l’ammodernamento di tutta l’arteria».    
 
 mauro ciardo
 
 

Pubblicato il 28/03/2010


Condividi: