Gagliano del Capo - Prossimo alla chiusura il laboratorio analisi dell'ospedale

Protestano 15 comuni del Sud Salento

GAGLIANO IL LABORATORIO ANALISI DEL «DANIELE ROMASI» PROSSIMO A CHIUDERE
  Rivolta di quindici comuni contro i tagli all’ospedale 

 

GAGLIANO DEL CAPO -  «Il laboratorio analisi del Daniele-Romasi si avvia alla chiusura mentre resta inascoltato il nostro appello a potenziare il punto di primo intervento». Parte dell’Ambito di zona numero 5 di Gagliano del Capo una protesta contro quella che viene definita un’ulteriore mortificazione del presidio ospedaliero ai danni dei pazienti del Capo di Leuca.  Ieri mattina (sabato 22 maggio), a margine dell’assemblea dei 15 amministratori del distretto che si è svolta nell’aula consiliare gaglianese, è intervenuto il primo cittadino del comune ca   pofila, Antonio Buccarello, che ha puntato l’indice contro la dirigenza della Asl. «Dal 2006 si stanno   riducendo le prestazioni e le unità infermieristiche – ha tuonato il sindaco – da due anni e mezzo una sala operatoria è completamente chiusa perché non si riesce a rimpiazzare il personale, mentre è stato sospeso il servizio di artroscopia. Purtroppo l’orizzonte non è roseo   aggiunge l’amministratore – in questi giorni si sta riducendo l’operatività del laboratorio di analisi che insieme a quello di radiologia stanno passando da 12 ore giornaliere a sei per poi arrivare a zero».  I solleciti nel corso degli anni sono stati vari, ma a quanto sembra inascoltati. «Sono cinque   anni che chiediamo di implementare il punto di primo intervento con un traumatologo e un ortopedico – prosegue Buccarello – visto che d’estate le nostre località ospitano decine di migliaia di turisti. A questo appello – sottolinea – si associano anche gli altri comuni dell’Unione “Terra di Leuca” i cui cittadini sono tra i più penalizzati. Pur   troppo la Asl rimanda tutto all’ingresso del piano attuativo locale, che danneggerà maggiormente la struttura e contro cui siamo pronti a ricorrere al Tar. Anziché contenere la spesa, visto che sul piano gestionale non viene rispettato nessun parametro, vengono tagliati i servizi minimi».

mauro ciardo

Pubblicato il 24/05/2010


Condividi: