Gagliano del Capo - Ostruito l'accesso a 4 case per prolungare una strada

Scatta la protesta dei residenti

GAGLIANO -  OSTRUITO L’ACCESSO. SCATTA LA PROTESTA DEI RESIDENTI
  Quattro famiglie murate in casa per prolungare una strada 

 GAGLIANO DEL CAPO - «Il Comune ha imprigionato quattro famiglie per prolungare una strada».  Singolare protesta quella delle famiglie Licchelli e Protopapa, che abitano alla fine di via Fratelli Bandiera. Siamo in località «Monticelli», una delle zone panoramiche del paese addossate al centro storico, dove quando soffia il vento di levante si vedono distintamente le montagne albanesi e le isole greche.  I nuclei familiari, in cui vivono anche un novantenne e una ultraottantenne, abitano al termine di una strada senza uscita interessata in questi giorni da lavori di prolungamento. «Per accedere alle nostre abitazioni abbiamo sempre utilizzato la scala pubblica al termine della strada – spiegano i residenti – ora il Comune, per prolungare di alcuni metri l’asse viario, ha murato l’accesso con la promessa di ricostruirlo più avanti, addossandosi a una proprietà privata. Siamo stati letteralmente imprigionati – tuonano – e abbiamo dato mandato a un legale per far bloccare i lavori perché non è stato tenuto conto che quello è l’unico accesso pubblico a nostra disposizione. In questi giorni per raggiungere le nostre case stiamo utilizzando un tratturo privato grazie alla disponibilità di un proprietario, ma la situazione non può andare avanti così».   A queste si aggiungono le paure di scarsa sicurezza.  «Non abbiamo garanzie sul corretto deflusso delle acque – lamentano – perché convogliate sulla nuova scala addossata a un muro a secco rischiano di abbatterlo. Chiediamo – è il loro   appello – che il Comune faccia un passo indietro e ripristini lo stato originario dei luoghi».  

mauro ciardo
 
 
 

Pubblicato il 10/09/2010


Condividi: