Gagliano del capo - Medico del pronto soccorso indagato

L'episodio avvenne l'estate 2009

     

   
   Gagliano - Medico del pronto soccorso indagato.

L'episodio: un turista barese si versa addosso dell'olio bollente, medicato al pronto soccorso viene rimandato a casa.   Sottovaluta la gravità delle ustioni ora il medico finisce indagato.

 
Gagliano del Capo -  Un medico del pronto pronto soccorso è indagato perchè avrebbe sottovalutato le ustioni riportate da una giovane turista che si era rovesciata addosso un pentolino di olio bollente.  L’episodio è avvenuto l’estate scorsa. Il 6 agosto, una turista barese di 22 anni in villeggiatura a Leuca, si è presentata al pronto soccorso di Gagliano con ustioni di secondo grado alle gambe, alle braccia, al torace e al volto. Il medico che era in in servizio al pronto soccorso, G. M. di 42 anni, originario di Galatina , dopo aver visitato la paziente, l’avrebbe rimandata a casa con una prognosi di dieci giorni e prescrivendole antibiotici.  Rientrata a Bari, visto che i fastidi per quelle ustioni non   erano affatto passati, la donna si è presentata al pronto soccorso del Policlinico riscontrando la gravità delle ferite e segni di disidratazione. A Bari la donna è stata sottoposta a due interventi chirurgici per ricostruire l’integrità cutanea.  Con una denuncia-querela presentata dalla denuncia è stata messa in moto anche un’indagine giudiziaria. Il fascicolo è giunto sul tavolo del sostituto procuratore Emilio   Ar nesano. La donna accusa il medico di averle fatto credere che le ustioni non erano gravi.  Per accertare i contorni della vicenda e la gravità delle ustioni, il magistrato ha disposto una consulenza con le garanzie dell’incidente probatorio. La Procura della Repubblica ha dato l’incarico a due consulenti: il medico legale Roberto Vaglio e il chirurgo plastico Mario Gazzabin. L’indagato, che è assistito dall’avvocato Carlo Gervasi, ha nominato come proprio consulente il medico legale Alberto Tortorella.  L’avvio della perizia è prevista per i prossimi giorni. Nei confronti del medico, al momento, si ipotizza il reato di lesioni gravi.    
 
 
 
 

Pubblicato il 28/03/2010


Condividi: